Narrativa

LE SCARPE SON DESIDERI

Roberti Mara

Descrizione: Un negozio di scarpe in cui scorrono sogni proibiti e aspirazioni segrete. Una festa esclusiva e due sorellastre crudeli. Un fratello combinaguai e una portinaia adorabile come fata madrina. Se Cenerentola vivesse ai giorni nostri, probabilmente dovrebbe scegliere fra il principe dei suoi sogni conosciuto via mail e un vicino molto sexy ma molto meno romantico. E di sicuro non si accontenterebbe di una scarpetta che non abbia almeno un tacco quindici. Una commedia romantica per sorridere, emozionarsi e sognare. Perché andare alla ricerca dell’anima gemella e andare alla ricerca della scarpa giusta non è poi tanto diverso. E Mara Roberti ci insegna che con un paio di scarpe da sogno ai tuoi piedi, nessun desiderio è impossibile.

Categoria: Narrativa

Editore: Emma Books

Collana:

Anno: 2014

ISBN: 9788897669470

Trama

Le Vostre recensioni

 

Cecilia fa la commessa di scarpe in un negozio raffinato di Milano e la sua vita non è quello che si potrebbe definire perfetta: poche amiche egoiste, due datrici di lavoro terribili e invidiose, un fratello combinaguai, un’infanzia difficile e una portinaia provvidenziale. 

La consolazione di Cecilia sono le scarpe. Per lei le scarpe sono più che un accessorio, sono uno status, una sensazione. Sono un modo di vivere.
Un bel giorno comincia a chattare con uno sconosciuto che pare conoscerla meglio di quanto non si conosca lei stessa e contemporaneamente un misterioso nuovo vicino sembra renderle la vita ancora più difficile di quella che è. Tuttavia, una volta chiarite le cose, la felicità è dietro l’angolo…  Se poi consideriamo l’invito inatteso all’inaugurazione del nuovo store di uno dei più famosi e sfuggenti stilisti di scarpe, ecco che la vita di Cecilia si trasferisce in un mondo ‘cenerentolesco’…

“Le scarpe son desideri” si fa leggere tutto d’un fiato. Forse troppo.

Allegro, ben scritto, scorrevole. Solo che dopo qualche ora ero già arrivata all’ultima pagina e avrei voluto qualcosa in più. In particolare mi sarebbe pioaciuto conoscere meglio i personaggi. Si parla ad esempio di zia Rita, ma la sua incredibile figura non è approfondita. Il fratello di Cecilia passa, fa guai e se ne va, sembra non avere un suo senso. Le amiche di Cecilia sono intuibili, ma anche loro sembrano solo strumenti e non personaggi che incidono in qualche modo sulla vita della nostra simpatica protagonista e sull’intera storia.

Diciamo che “si va dritti al punto” anche quando ci sarebbe bisogno di qualche fronzolo in più. Lo stile dell’autrice, simpatico, diretto, fresco, avrebbe potuto accompagnarci in un sogno ben più lungo. Veniamo catapultate in una favola moderna, ci immedesimiamo in Cecilia/Cenerentola e vorremmo veramente conoscerla meglio, non solo leggerla tutta d’un fiato.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Mara

Roberti

Libri dallo stesso autore

Intervista a Roberti Mara

Il romanzo estremo dello sradicamento sotto le luci iperboliche e miserabili della mecca del cinema.

Sogni di Bunker Hill

Fante John

Dopo il successo della trilogia dei noir marsigliesi - Casino totale, Chourmo, Solea - Jean-Claude Izzo, ha scritto questo romanzo altrettanto "nero", altrettanto impregnato di quella nostalgia per una felicità impossibile che è una nota caratteristica della sua scrittura. Il sole dei morenti non è un giallo, come non erano solo dei gialli i suoi romanzi precedenti. È la storia di un uomo sfortunato, un giovane sereno, innamorato della moglie, felice di avere un bambino, un lavoro, una casa. Poi la moglie lo lascia, lui perde il lavoro, la casa, finisce in strada: quello che chiamano un barbone. Ma dietro continua a vivere un uomo. E questo uomo, questo barbone, prova, in un ultimo slancio vitale, a lasciare la Parigi del freddo, dei metrò, dell'alcolismo, della solitudine, per raggiungere Marsiglia, il sole, il mare la città dove aveva scoperto l'amore. Il sole dei morenti è la storia di un viaggio e di una vita. Un romanzo struggente, di rara umanità.

Il sole dei morenti

Izzo Jean-Claude

Un solitario viaggiatore nel bel mezzo di un deserto, guidato da una dolce musica. Un incontro di pugilato la cui vittoria si snoda ben oltre i confini di un ring. Una simpatica amicizia tra l'oscurità e la stretta morsa del sottosuolo. Un gatto che si aggira tra le pareti di una scuola, cercando una bambina smarrita. Un negozio che offre un ultimo, invitante premio per chi ha patito troppa tristezza. La vita e la morte... da sempre legate, da sempre amate e odiate. La vita, la morte e cinque storie legate a una melanconica armonia di sospiri spezzati.

L’armonia dei sogni spezzati

Carollo Fabrizio

Estate 1996. Un' estate torrida e senza vento. Un gruppo di amici tra i 17 e i 20 anni si gode la bellezza della Costiera Amalfitana. Ci sono Pier, che ha una passione insolita per la poesia di Rimbaud, il suo migliore amico Dario, figlio di un vecchio aristocratico napoletano che preferisce lavorare in un pub anziché godersi i lussi di famiglia. E ci sono Luca, Liv, Silvia e Alessia. Sono tutti inquieti, nonostante un mare perennemente calmo e una luce bollente che riscalda le giornate. Per rompere la routine ci sono poche cose: saltare dal tetto di un palazzo ad un altro, oppure tuffarsi in mare posti sempre più alti e imprevedibile. Finché un giorno, Francesca, la ragazza di Pier, scompare. In quegli stessi luoghi arriva un uomo dalla Francia. Si chiama Ezra, ed è uno scultore. Arriva lì seguendo il diario di sua figlia, morta in un incidente d'auto. L'uomo sta ritornando nelle città in cui lei ha vissuto. Vuole portarsi a casa da quei luoghi dei frammenti di terra, che poi userà per una scultura-memoriale. Quei ragazzi sono un mistero che Ezra non riesce in nessun modo a penetrare. Neanche quando intuisce che stanno progettando di suicidarsi non appena sarà finito agosto.

TUTTA LA BELLEZZA DEVE MORIRE

Pingitore Luigi