Giallo - thriller - noir

Spaghetti all’assassina

Genisi Gabriella

Descrizione: Per cucinare gli spaghetti all'assassina, il piatto più famoso di Bari, ci vuole la padella in ferro nero che si trova solo nella città vecchia. Ed è proprio lì che sorge il ristorante di Colino Stramaglia, inventore della famosa ricetta. Una mattina di primavera, all'apertura del locale, il grande chef viene trovato morto ammazzato in maniera talmente efferata da far sospettare un torbido movente passionale. Quale grave sgarbo avrebbe commesso l'illustre personaggio per meritare una fine così orrenda? E quanti misteri si celano dietro al mondo sempre più competitivo dell'alta cucina? Fra le persone informate sui fatti, un affascinante cuoco algerino, una spogliarellista brasiliana e un capocameriere con un'aria da becchino uscito da un film western. A indagare è il commissario Lolita Lobosco, che stavolta trova imbrattate di sangue le sue due attività preferite: l'amore e la cucina. Sullo sfondo di una città sempre più pulp, una nuova intricata indagine, con fosche tinte da noir mediterraneo, metterà a dura prova l'abilità e l'istinto della caparbia investigatrice barese.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Sonzogno

Collana: Romanzi

Anno: 2015

ISBN: 9788845426049

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Gabriella Genisi propina in una ricetta, quella degli Spaghetti all’assassina, un’altra avventura della sexy-commissaria Lolita Lobosco, questa volta impegnata in un’indagine che cerca di dipanare i retroscena di un omicidio efferato (“… Una gran quantità di sangue. L’incaprettamento invece è un omicidio… bianco…. La morte è lentissima e agonica”).

Tra interrogatori sempre condotti con umorismo e retro pensieri, referti autoptici (“Lo Stramaglia è stato dapprima stordito a colpi di padella… poi incaprettato e successivamente evirato”) e supposizioni, Lolita non distoglie gli occhi dai possibili colpevoli, mentre il suo cuore vaga tra le delusioni amorose  (“E io mi ero stancata di fare il cane da guardia”), le confidenze con l’amica Marietta, neo-procuratore capo in odore di gravidanza indesiderata, la nuova attrazione esercitata da un affascinante giovanotto (“Un cybercuoco laureato in informatica. Gli algoritmi applicati alla quiche Lorraine”), il dolore nel ricordo del padre ucciso in un attentato. Con il rituale crossover letterario, questa volta imbastito con Fabio Montale di Jean Claude Izzo.

Gli ingredienti del romanzo prevedono le immancabili ricette dal sapore barese e mediterraneo, con un occhio di riguardo agli “Spaghetti all’assassina”, squadernati in ben quattro varianti a lettori stimolati tanto nella curiosità quanto nelle papille gustative.

Il sentimento finale? Una ventata di simpatia per Lolì, la vaga sensazione di aver preso qualche chilo con il mero esercizio della fantasia…

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Gabriella

Genisi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Genisi Gabriella


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

I fantasmi

"[...] Una narrazione decentrata che ricerca la profondità e si proietta in realtà diverse e spesso inconciliabili facendoci godere dei gusti e delle diversità, del confronto, soprattutto con le nostre paure che ci palesano fragili. Letta l'ultima pagina, non ci resta che posare lievemente una nostra mano sul cuore e poi su questo libro, sulle esistenze che riporta, per difenderle dall'oblio." (dalla postfazione di Roberta Lagoteta)

Il cappotto blu (prima parte)

Balzano Anna Maria

Un colpo sordo, un corpo che si schianta sui sampietrini di una nobile strada romana. Via Rasella, sessant’anni dopo l’attentato che fece da drammatico prologo all’eccidio delle Fosse Ardeatine. Così muore Friedrick Gius, professore ordinario di Storia Moderna all’Università La Sapienza, nel giorno del suo sessantesimo compleanno. E l’ora di quella morte, omicidio o suicidio che sia, è la stessa della strage ordinata dalle cellule partigiane. Prende le mosse da qui, una delle più straordinarie storie gialle ambientate nella Capitale, nella quale si fondono passato e presente, esoterismo e misteri, inseguimenti e colpi di scena, in un intreccio che si salda nei canoni più classici dell’indagine poliziesca fino al rendez vous conclusivo, ad alta tensione.

LA MEMORIA DEL DESTINO

Turitto Pierpaolo

Nulla sembra muoversi nell’assolata Minervino, patria della medium Eusapia Palladino. Finché in paese arriva il romanziere Guido Galliano, ingaggiato dal conte Ferdinando Canosa perché aiuti la volitiva moglie, Finizia, a finire il romanzo, proprio sulla vita della Palladino, cui invano lavora da anni. La cosa dovrà però accadere in segreto. Soprattutto senza che niente ne sappia Maddalena Nortano. E' infatti per contendere il primato a costei, sua rivale da quando le soffiò lo sposo sull’altare e ora, grazie ai suoi libri di storia locale, figura di spicco del Circolo “La Scesciola”, che Finizia coltiva il sogno di diventare scrittrice pur senza averne la benché minima capacità.

Una medium, due bovary e il mistero di Bocca di Lupo

Cappelli Gaetano