Narrativa

Uno splendido disastro

McGuire Jamie

Descrizione: Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l'intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio. C'è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza. Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un'inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all'anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…

Categoria: Narrativa

Editore: Garzanti

Collana: Narratori Moderni

Anno: 2014

ISBN: 978881168444-2

Recensito da Ornella Lodin

Le Vostre recensioni

Osannato come un fenomeno editoriale negli USA, con le migliori case editrici a contendersene i diritti, salito sempre più in alto nelle classifiche e in rete e su Goodreads – social network dedicato ai lettori – toccando cifre da record per i commenti tra i più alti mai registrati, scala la classifica della top ten del NewYork Times e in Italia alcuni blogger organizzano addirittura una petizione per chiederne la traduzione in italiano il prima possibile. Nel 2012 la Warner Bros decide che lavorerà alla sceneggiatura per la trasposizione cinematografica. La Garzanti ne acquisisce i diritti esclusivi per l’Italia.

Il libro si presenta quindi con ottime referenze ma, a dispetto delle grandi aspettative, si rivela un compendio di cliché ormai sdoganati, con l’aggravante di un linguaggio elementare e spesso ripetitivo.

Eastern University, tra lo studentato Morgan Hall, la mensa, le aule del college, la sede della confraternita Sigma Tau e un appartamento, si svolgono le vite di Abby, all’apparenza candida e immacolata studentessa modello con i suoi maglioncini di cachemire e le perle; Travis, il macho bello e dannato della situazione che passa da una ragazza all’altra refrattario all’amore; Finch, l’amico gay; la coppia costituita da America, la migliore amica di Abby, e Shap, il cugino e coinquilino di Travis; Parker, il bravo ragazzo di buona famiglia perfetto Mister Charming.

Ovviamente Travis si innamorerà a prima vista di Abby, l’unica ragazza che lo evita e non vuole avere nulla a che fare con lui. Ma non perchè Travis sia all’apparenza un poco di buono, quanto perchè ella stessa nasconde un passato burrascoso da cui fugge e che ha paura di rivivere: lei è la famigerata tredici fortunato. Alle spalle il quadretto perfetto su cui ricamare il profilo psicologico dei due protagonisti: Trav, orfano di madre da bambino, costretto a combattere con le unghie e con i denti per non soccombere ai fratelli più grandi e divenuto uno da fight club; Abby con una madre alcolizzata e un padre, ex giocatore professionista di poker caduto in disgrazia, inaffidabile.

Avventure inverosimili e i soliti colpi di scena che si susseguono con la scansione precisa di un diapason fino a culminare in un finale improbabile seppur scontato. Uno splendido disastro è il classico prodotto hollywoodiano dalle grandi lenti rosa a forma di cuore, un Harmony per adolescenti – il linguaggio lo rievoca molto – con troppi baci, troppe braccia che cingono la vita, asciugamani su fianchi virili, tatuaggi, motociclette, tacchi alti.

La passione che viene descritta è la tipica passione adolescenziale, l’amore assoluto che solo a quell’età si prova, quella del “con te è per sempre, senza di te non posso vivere”. Per un pubblico più adulto, che ha tolto le lenti rosa da diverso tempo, la storia appare “una bozza raffazzonata e tirata per le lunghe” che poteva essere elaborata in modo migliore.

Un prodotto del genere, creato da un autore italiano, difficilmente sarebbe stato accettato da una casa editrice.

Non paga, Jamie McGuire ha messo in commercio la medesima storia dal punto di vista di Trav “Il mio disastro sei tu”.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Jamie

Mcguire

Libri dallo stesso autore

Intervista a McGuire Jamie


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

È la storia di due ragazze, Maria (che narra in prima persona) e Tsugumi. A diciannove anni Maria lascia il piccolo paese sul mare per trasferirsi a Tokyo e iscriversi all'università. Anni dopo, decide di tornare al paese per le vacanze, dove ritrova Tsugumi, l'eroina del romanzo, bellissima e dispotica ragazza. Tutti tentano di essere indulgenti con lei, sperando di renderle migliore la vita che le resta. Infatti le è stata diagnosticata dalla nascita una malattia incurabile. Terminate le vacanze, Maria sta per tornare a Tokyo ma le condizioni di Tsugumi peggiorano e pare non ci sia più niente da fare. All'ultimo momento Tsugumi si salva, sentendosi vicina alla morte però aveva scritto a Maria una lettera-testamento e con questa si chiude il romanzo.

TSUGUMI

Yoshimoto Banana

Tra il 1978 e il 1990, mentre in Unione Sovietica il potere si scopriva fragile e una certa visione del mondo si avviava al tramonto, Andrej Cikatilo, marito e padre di famiglia, comunista convinto e lavoratore, mutilava e uccideva nei modi più orrendi almeno cinquantasei persone. Le sue vittime bambini e ragazzi di entrambi i sessi, ma anche donne - avevano tutte una caratteristica comune: vivevano ai margini della società o non si sapevano adattare alle sue regole. Erano insomma simboli del fallimento dell'Idea comunista, sintomi dell'imminente crollo del Socialismo reale. Questo libro, sospeso tra romanzo e biografia, narra la storia di uno dei più feroci assassini del Novecento attraverso la visionaria, a tratti metafisica ricostruzione della confessione che egli rese in seguito all'arresto. E fa di più. Osa raccontare l'orrore e il fallimento in prima persona: Cikatilo, infatti, in questo libro dice "io". È lui stesso a farci entrare nella propria vita e nella propria testa, a svelarci le sue pulsioni più segrete, le sue umiliazioni e ossessioni. "Il giardino delle mosche" è un libro lirico e crudele allo stesso tempo: la storia di un'anima sbagliata, una meditazione sul potere e la sconfitta e, soprattutto, una discesa impietosa fino alle radici del Male.

Il giardino delle mosche. Vita di Andrej Cikatilo

Tarabbia Andrea

Satira della società, specchio di un’infanzia che osserva l’assurdo mondo dei “grandi”, storia di un sogno e bibbia del bizzarro. “Alice” è un magico gioco di intelletto e parole, che affascina da 150 anni i lettori di tutto il mondo. Con le eccentriche e argute annotazioni del matematico americano Gardner, le illustrazioni del più noto incisore di epoca vittoriana e la traduzione di un raffinato scrittore italiano, questa edizione, completa di entrambi i libri di Carroll, “Alice nel paese delle meraviglie” e “Dietro lo specchio”, riesce a rivelare tutte le curiosità e gli enigmi di un capolavoro letterario senza tempo.

Alice nel paese delle meraviglie

Carroll Lewis

Testo oltraggioso e umoristico, che vorrebbe restituire dignità ad alcune figure e tipi umani stigmatizzati dallo status quo: il ruffiano, il porco maschilista, il poliziotto corrotto, lo speculatore ecc.

Difendere l’indifendibile

Block Walter