Racconti

Storie piemontesi

Dutto Alessandro

Descrizione: Ventisette storie piemontesi, storie ambientate in quella meravigliosa terra ai piedi delle Alpi, dal Monviso al Po, dalle colline al mare. Racconti dove i protagonisti si chiamano Gelindo, Maria Giuana, Giraudo, Micilina, ma portano anche nomi lontani, nati da tutt'altra parte. Nel libro, divertente, dissacrante, grottesco, ma anche serio, malinconico, riflessivo, vivono personaggi di ogni dove che in Piemonte han trovato, o da secoli, o da pochi mesi, un luogo dove lavorare, combattere, amare. Pellegrini, mummie, contadini, masche, pastori, operai, viaggiatori, studenti, sul palcoscenico della vita, sospesa fra tradizione e futuro. Tutti insieme appassionatamente. Uno sguardo spudorato sull'Italia di ieri, di oggi e di domani.

Categoria: Racconti

Editore: Araba Fenice

Collana:

Anno: 2014

ISBN: 9788866171942

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Storie piemontesi

Alessandro Dutto, titolare della casa editrice Araba Fenice (ndr: clicca qui per visualizzare il sito online della casa editrice), si cimenta con la letteratura scrivendo le Storie piemontesi, un libro-saggio che parla di leggende e di storie che risalgono alla notte dei tempi.

L’antologia è composta da quarantasei racconti che parlano al cuore della “piemontesità” in quanto tale. E allora ecco spiegato perché i cuneesi vengono spesso derisi per la loro ingenuità: in occasione della visita del re Vittorio nella città accesero in pieno giorno tutta l’illuminazione elettrica, comportamento che trova la sua più intima ragione solo nel voler mostrare la loro connaturata operosità e apertura alle innovazioni.

Vengono raccontate vicende al limite dell’astuzia, come quando nel piccolo paesino di Pamparato, assediato dai Saraceni, gli abitanti, allo stremo delle forze, si cucirono intorno alla vita dei cuscini, pur di mostrare un benessere che certo non avevano, ma che servì ad allontanare l’invasore.

Le storie sono “leggende, favole, parabole proverbiali, satire, memorie più o meno veritiere”.

L’antologia è ricca e completa: spesso la protagonista è la figura della “masca”, una donna capace di compiere ogni sorta di sortilegio, sia benigno sia maligno, nei confronti dei malcapitati che abbiano la sfortuna di incontrarla lungo il cammino di vita.

Viene descritto un Piemonte antico, narrato con particolare sapienza e gusto per la ricerca. La lettura è per tutti, consente di conoscere più da vicino un luogo ricco di fascino e di mistero intrinseco in sé e nei suoi abitanti. L’umanità raffigurata è “sospesa tra un passato da rispettare e un futuro da inventare.”

Davvero è un bel libro, che si divora con frenesia.
Segnaliamo la copertina che raffigura una Stefania Belmondo, campionessa di sci, in tenera età.
Una chicca davvero esclusiva!

La scheda del libro sul sito web della casa editrice – clicca qui

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Alessandro

Dutto

Libri dallo stesso autore

Intervista a Dutto Alessandro


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

P.S. TI VOGLIO BENE

Brown H. Jackson

COSI’ ERA MILANO – di Bruno Pellegrino

Nel 1999, dopo aver pubblicato tre romanzi di culto, il celebre scrittore Nathan Fawles annuncia la sua decisione di smettere di scrivere per ritirarsi a vita privata a Beaumont, un'isola selvaggia e sublime al largo delle coste mediterranee. Autunno 2018. Fawles non rilascia interviste da più di vent'anni, mentre i suoi romanzi continuano ad attirare i lettori. Mathilde Monney, una giovane giornalista svizzera, sbarca sull'isola, decisa a svelare il segreto del celebre scrittore. Lo stesso giorno, viene ritrovato sulla spiaggia il cadavere di una donna e le autorità mettono sotto sequestro l'isola, bloccando ogni partenza e ogni arrivo. Comincia allora un pericoloso faccia a faccia tra Mathilde e Nathan, in cui si scontrano verità occulte e insospettabili menzogne, e si mescolano l'amore e la paura...

La vita segreta degli scrittori

Musso Guillaume

Il solido matrimonio di Edoardo e Carlotta viene scosso dall’arrivo del Capitano e della giovanissima Ottilia. Ben presto le affinità elettive tendono a unire da una parte Edoardo e Ottilia e dall’altra Carlotta e il Capitano. Se Edoardo si abbandona alla passione, inebriato dai propri sentimenti, Carlotta cerca invece di frenarsi e far vincere la ragione, mentre Ottilia, «la piú dolce figlia della natura che sia uscita dalle mani di un artista» (Thomas Mann), risponde alla legge dell’istinto con un sentimento totale ma rigoroso e castissimo. Con un saggio di Thomas Mann e una nota introduttiva di Massimo Mila

Le affinità elettive

Goethe Johann Wolfgang