Giallo - thriller - noir

Tabù

Schirach von Ferdinand

Descrizione: Sebastian von Eschbung è cresciuto schiacciato da un dolore terribile e inspiegabile, con il quale fatica a venire a patti: il suicidio del padre quando lui era solo un bambino. Ora, da adulto, cerca di esorcizzare i fantasmi del passato attraverso l'arte. Con le fotografie che scatta e le installazioni video, tenta di dimostrare che la realtà e la verità sono due cose diverse, cerca di spiegare che cosa sono la bellezza, il sesso, la solitudine infinita dell'essere umano. Ma poi accade qualcosa di terribile, la scomparsa di una ragazza, che Sebastian conosce, dietro la quale si sospetta l'omicidio. Manca il corpo, ma Sebastian viene accusato di averla uccisa. La sua difesa viene assunta da un anziano avvocato, che aiutando il giovane artista cerca di aiutare anche se stesso...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Longanesi

Collana: La gaja scienza

Anno: 2014

ISBN: 9788830440234

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Sebastian Eschburg è il protagonista di “Tabù” di Ferdinand von Schirach. La sua storia scorre veloce attraverso le pagine di un romanzo promettente nelle premesse, in parte deludente nell’epilogo.

Il piccolo Sebastian ha un rapporto privilegiato con il padre, che lo conduce a caccia, ove sperimenta un’avventura di sangue che lo respinge e lo attrae al tempo stesso; “Sebastian sapeva che i suoi genitori non si amavano più”; adora la sua casa sul lago, alla quale connette affetti e amicizie; purtroppo è testimone oculare di un suicidio sconvolgente (“Gli disse che il padre aveva avuto un incidente, gli era partito un colpo mentre puliva il fucile”) che  mina per sempre la sua vita (“Il medico grasso parlò di allucinazioni visive”). Confinato in collegio, assiste alla nuova relazione della madre, dalla quale si allontana (“Doveva andare a cavallo, disse, non poteva farne a meno”), mentre rimane profondamente turbato dalla vendita della casa di famiglia (“Suo padre gli aveva assicurato che la casa ci sarebbe sempre stata”).

Gli anni passano e Sebastian diventa un fotografo di nudi di successo, ma incontra numerose difficoltà relazionali che gli impediscono di mantenere rapporti stabili (“Ma Eschburg non aveva velleità artistiche, per mezzo della fotografia desiderava solo creare un altro mondo, caldo e accogliente”). Quando viene incolpato di un omicidio atroce – tutti gli indizi sembrano indicare che lui sia l’assassino della ragazza scomparsa – dimostra totale indifferenza per l’accusa che gli viene rivolta (“È accusato di omicidio volontario aggravato, ha rilasciato una confessione, è rinchiuso nell’istituto di custodia cautelare e i giornali scrivono articoli orrendi su di lui. ma sembra che tutto questo non gli faccia né caldo né freddo”) e rilascia una confessione che gli viene estorta dalla polizia con la violenza.

S’interessa di lui uno strambo avvocato, Konrad Biegler, molto risoluto a dimostrare l’innocenza del suo assistito. La dimostrazione verrà prodotta nell’aula del tribunale e lascerà tutti (proprio tutti, anche il lettore) interdetti (“Ma perché tutta questa messa in scena? …Non tollerava più nulla tra sé e il quadro. Tiziano dipingeva con il suo stesso corpo”)…

Il romanzo è interessante ed efficace nel visualizzare anche sul piano stilistico i colori (“Allorché la luce dei colori verde, rosso e blu si mescola in eguale misura ci appare bianca – La teoria dei colori secondo Helmholtz”) di una vicenda drammatica; la trama si propone di mettere in discussione la superficialità delle accuse costruite con metodi sommari e rudimentali (la cronaca italiana abbonda di casi anche recenti), che pretendono di spacciare apparenze come verità. Se lo scopo è pregevole, al lettore rimane tuttavia un senso d’insoddisfazione che può essere equiparato alla delusione del giocatore che – disponendo di buone carte – scopre di aver perso soltanto per un bluff…

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Ferdinand

Von

Schirach

Libri dallo stesso autore

Intervista a Schirach von Ferdinand


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L'ambiente è quello della buona borghesia romana sul finire degli anni Venti. La relazione tra Leo e Mariagrazia è ormai stanca; i due giovani figli di lei, Michele e Carla, assistono con disagio alle manifestazioni di questa crisi. Leo diventa l'amante di Carla e Michele sente confusamente, ma senza vera indignazione, di dover intervenire. Cerca di provocare Leo, compie anche un goffo tentativo di ucciderlo, ma poi si rassegna, cede a Lisa (una ex amante di Leo), invaghitasi di lui. Anche Mariagrazia si rassegna all'inevitabile e Carla sposerà Leo.

Gli indifferenti

Moravia Alberto

"Non si cura per quello che si sa o che si crede di sapere. Si cura e si può soltanto curare per quello che si è!". Sono le parole del magistrato a Giulia, giovane chirurgo in carriera, dopo un tragico incidente segnato dall'arroganza del suo sapere. Fino a quel momento Giulia è stata tutto: bella, determinata, rampante con la spocchia di un cognome che conta. Per lei il malato non è stato mai il fine, ma soltanto un mezzo per dimostrare la sua abilità in sala operatoria, per tenere alta la media dei suoi successi. Poi l'incidente di percorso, l'umiliazione del tribunale, il riaffiorare di altre tragiche vicende. È un mondo che crolla, che le fa il vuoto intorno, la umilia, mette a nudo le sue fragilità, la spinge a Grado, nella villa di famiglia, al riparo dalle ansie della madre e dai maldestri tentativi del marito di starle accanto, e dove ritrova casualmente Paolo, il cugino fidato, il compagno di giochi di un tempo. Villa Flavia è piena di ricordi per entrambi: le faide di famiglia, i primi amori di lei, le sue minigonne, quella spider rossa in attesa al cancello ogni sera, e lui che aspettava il suo rientro fino a notte fonda, disposto ad amarla "anche soltanto per amore".

L’ARROGANZA DEL CUORE

Calandra Claudio

Chi di noi non ha mai desiderato di scappare via? Da noi stesse, dai nostri impegni, dai mille piccoli fallimenti che quotidianamente rosicchiano la nostra autostima? Bernadette l'ha fatto davvero. Ha piantato in asso consorte e figlia (mostruosamente precoce) ed è andata a nascondersi là dove nessuno penserà mai di cercarla. Solo l'assistente personale, sua vera e propria alter ego digitale, efficientissima e sempre pronta a condonare ogni sua debolezza, sa dove si trovi. Ma la figlia Bee, raccogliendo indizi dove può, ricompone pezzo dopo pezzo il folle puzzle della vita di Bernadette, donna ordinaria e insieme straordinaria, aspirante eremita e nevrotica persa, pozzo senza fondo di ironia, misantropia, e altre imprevedibili risorse. Fino a indovinare la destinazione di Bernadette e a ricostruire le motivazioni della fuga.

Dove vai Bernadette?

Semple Maria

"Vuoi sposarmi?" Abby non ha dubbi: è Travis l'uomo che vuole accanto a sé per tutta la vita. Lui è l'unico in grado di leggerle dentro, l'unico a conoscere cosa si nasconde nella sua anima. "Sì". La risposta di Travis arriva direttamente dal suo cuore. Quel cuore che ha cercato di proteggere dall'amore per tanto tempo costruendo intorno delle barriere. Fino all'arrivo di Abby a cui è bastato uno sguardo per sciogliere quella corazza. Qualcosa di speciale li unisce. Ma lei sa bene che i guai non sono mai troppo lontani con un ragazzo come Travis nei paraggi. Per questo hanno davanti una sola scelta per realizzare il loro sogno: volare a Las Vegas. Quando il fatidico momento si avvicina Abby e Travis inaspettatamente sono nervosi. I loro dubbi si risvegliano all'improvviso: hanno diciannove anni e si conoscono da pochi mesi. E soprattutto lui è il ragazzo sbagliato per eccellenza e lei una ragazza in fuga da sé stessa e da un segreto difficile da confessare. Eppure davanti all'altare, mano nella mano, occhi negli occhi, non c'è più nulla da temere. Ci sono solamente loro e tutto quello che li ha portati fin lì: quella scommessa da cui ogni cosa è cominciata, i tentativi di stare lontani l'uno dall'altro, il primo infinito bacio, le promesse disattese, la scoperta di essere perdutamente innamorati. Finalmente sono marito e moglie, per sempre. Sono una cosa sola. Ma ora che il passato tormentato di Travis arriva a chiedere il conto, insieme sanno come affrontarlo.

Un disastro è per sempre

McGuire Jamie