Giallo - thriller - noir

Terra alla terra

Lusetti Lorena

Descrizione: Una nuova avventura per Stella Spada. Diventata responsabile dell’agenzia investigativa SS, in questo romanzo dovrà indagare, con il suo metodo molto personale, sul caso di una ragazza scomparsa da quindici anni.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Damster

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 978-88-6810-016-2

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Terra alla terra di Lorena Lusetti

Pubblicato nel 2013, vincitore del premio speciale della giuria al concorso internazionale città di Cattolica, Terra alla terra di Lorena Lusetti è la seconda indagine di Stella Spada.

Divenuta unica titolare dell’agenzia privata d’investigazioni, Stella deve fare i conti con gli scarsi introiti che non consentono di pagare fatture e bollette. Tra i fornitori ce n’è uno particolarmente odioso: il violento Esposito, che intima a Stella il pagamento delle spese per le pulizie, gestite come attività di copertura di un altro losco traffico ben più redditizio.

Intanto Stella accetta l’incarico affidatole dal signor Parisi, un padre disperato: “Diciassette anni fa mia figlia è uscita di casa per andare a lezione di nuoto, nella piscina dello stadio. Ė andata a piedi, perché vicino a casa. A lezione c’è andata, tutti lo hanno confermato, poi si è vestita, è uscita, ma non è mai arrivata a casa. Ci sono meno di duecento metri dallo stadio a casa nostra, e in questo tragitto Lara è sparita. Come se fosse evaporata. Non ne abbiamo saputo più nulla.”

Il caso – archiviato dalla polizia ormai da diversi anni – ricorda quello reale di Yara, tanto più che tra i possibili sospettati ci sono personaggi con tendenze pedofile: l’istruttore di nuoto e un vicino della famiglia Parisi.

Stella segue sia la pista della prostituzione giovanile – e per questo subisce la ritorsione di Esposito (“Mi pare che il tuo ufficio vada a fuoco un po’ troppo spesso, non è la prima volta, se non sbaglio”) – sia il circuito delle amicizie adolescenziali di Lara, rivolgendo l’attenzione a Marco e Rita. Intanto una frana sulle vicine colline disseppellisce un cadavere…

In questa seconda puntata (“I tuoi metodi sono poco ortodossi, senza dubbio però danno i loro frutti. Sei arrivata in pochi giorni dove molti altri non si sono avvicinati in molti anni d’indagine”) il lettore comincia ad affezionarsi al mondo di Stella, che nel frattempo si è separata dal marito Piero, tanto perfetto quanto inadatto al nuovo corso avventuroso e destrutturato della vita della più spiccia tra i detective dei romanzi (“A proposito di farla fuori, lei non sa quanto posso andarci vicino, in senso letterale intendo”).
Il figlio Simone, la vicina Alda e il suo sanbernardo Filippo, l’immancabile commissario Marconi completano l’universo bolognese nel quale Stella ormai si aggira da protagonista primaria. Salvo sorprese dell’ultimo momento: come sparatorie da autentico far west…

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Lorena

Lusetti

Libri dallo stesso autore

Intervista a Lusetti Lorena


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

CONFESSIONI DI UN BARMAN

Cavalli Mirco

Non hanno neanche il tempo di fare conoscenza, i nuovi investigatori del commissariato di Pizzofalcone. Mandati a sostituire altri poliziotti colpevoli di un grave reato, devono subito affrontare un delicato caso di omicidio nell'alta società. Le indagini vengono affidate all'uomo di punta della squadra, l'ispettore Giuseppe Lojacono, siciliano con un passato chiacchierato ma reduce dal successo nella caccia a un misterioso assassino, il Coccodrillo, che per giorni ha precipitato Napoli nel terrore. E mentre Lojacono, assistito dal bizzarro agente scelto Aragona, si sposta tra gli appartamenti sul lungomare e i circoli nautici della città, squassata da una burrasca fuori stagione, i suoi colleghi Romano e Di Nardo cercano di scoprire come mai una giovane, bellissima ragazza non esca mai di casa, e il vecchio Pisanelli insegue la propria ossessione per una serie di suicidi sospetti.

I bastardi di Pizzofalcone

De Giovanni Maurizio

L’io narrante, un professore di letteratura che festeggia i suoi sessant’anni di carriera universitaria, riceve da studenti e colleghi un volume in suo onore, e si accorge che in quella biografia manca un elemento che ha invece rappresentato la più significativa e determinante esperienza emotiva e sentimentale di tutta la sua vita, mai confessata a nessuno. Torna così ai suoi anni giovanili e studenteschi e all’incontro fondamentale con un collega da cui era rimasto totalmente affascinato e intellettualmente sedotto, e il quale, a sua volta, segretamente omosessuale, si era innamorato di lui. L’altalenante rapporto di tenerezza e repulsione con il suo maestro provoca nel giovane angoscia, sofferenza e confusione che lo conducono dolorosamente nella vita adulta. Come spesso nei racconti di Zweig, un elemento imprevedibile e incontrollabile, quel sovvertimento dei sensi, turbamento delle zone più oscure della coscienza, è in grado di travolgere e sconvolgere istantaneamente la vita di un essere umano; ed è ciò che avviene sia nell’animo del giovane e ingenuo protagonista che in quello del vecchio docente, i cui sentimenti omosessuali per lo studente lo gettano in una profonda disperazione e nello smarrimento di quelle convenzioni borghesi in cui la sua vita si era fino a quel momento faticosamente conservata. Racconto che rispecchia perfettamente la poetica di Zweig, Sovvertimento dei sensi analizza la dualità, le ossessioni, i sensi di colpa, i desideri inconfessati e i conflitti interiori del personaggio con l’usuale finezza psicologica dell’autore, e ci offre un’ulteriore rappresentazione della passione vissuta come forza oscura e irreprimibile.

Sovvertimento dei sensi

Zweig Stefan

21 marzo, giornata della poesia: Dora Markus di Montale