Giallo - thriller - noir

Terra alla terra

Lusetti Lorena

Descrizione: Una nuova avventura per Stella Spada. Diventata responsabile dell’agenzia investigativa SS, in questo romanzo dovrà indagare, con il suo metodo molto personale, sul caso di una ragazza scomparsa da quindici anni.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Damster

Collana:

Anno: 2013

ISBN: 978-88-6810-016-2

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Terra alla terra di Lorena Lusetti

Pubblicato nel 2013, vincitore del premio speciale della giuria al concorso internazionale città di Cattolica, Terra alla terra di Lorena Lusetti è la seconda indagine di Stella Spada.

Divenuta unica titolare dell’agenzia privata d’investigazioni, Stella deve fare i conti con gli scarsi introiti che non consentono di pagare fatture e bollette. Tra i fornitori ce n’è uno particolarmente odioso: il violento Esposito, che intima a Stella il pagamento delle spese per le pulizie, gestite come attività di copertura di un altro losco traffico ben più redditizio.

Intanto Stella accetta l’incarico affidatole dal signor Parisi, un padre disperato: “Diciassette anni fa mia figlia è uscita di casa per andare a lezione di nuoto, nella piscina dello stadio. Ė andata a piedi, perché vicino a casa. A lezione c’è andata, tutti lo hanno confermato, poi si è vestita, è uscita, ma non è mai arrivata a casa. Ci sono meno di duecento metri dallo stadio a casa nostra, e in questo tragitto Lara è sparita. Come se fosse evaporata. Non ne abbiamo saputo più nulla.”

Il caso – archiviato dalla polizia ormai da diversi anni – ricorda quello reale di Yara, tanto più che tra i possibili sospettati ci sono personaggi con tendenze pedofile: l’istruttore di nuoto e un vicino della famiglia Parisi.

Stella segue sia la pista della prostituzione giovanile – e per questo subisce la ritorsione di Esposito (“Mi pare che il tuo ufficio vada a fuoco un po’ troppo spesso, non è la prima volta, se non sbaglio”) – sia il circuito delle amicizie adolescenziali di Lara, rivolgendo l’attenzione a Marco e Rita. Intanto una frana sulle vicine colline disseppellisce un cadavere…

In questa seconda puntata (“I tuoi metodi sono poco ortodossi, senza dubbio però danno i loro frutti. Sei arrivata in pochi giorni dove molti altri non si sono avvicinati in molti anni d’indagine”) il lettore comincia ad affezionarsi al mondo di Stella, che nel frattempo si è separata dal marito Piero, tanto perfetto quanto inadatto al nuovo corso avventuroso e destrutturato della vita della più spiccia tra i detective dei romanzi (“A proposito di farla fuori, lei non sa quanto posso andarci vicino, in senso letterale intendo”).
Il figlio Simone, la vicina Alda e il suo sanbernardo Filippo, l’immancabile commissario Marconi completano l’universo bolognese nel quale Stella ormai si aggira da protagonista primaria. Salvo sorprese dell’ultimo momento: come sparatorie da autentico far west…

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Lorena

Lusetti

Libri dallo stesso autore

Intervista a Lusetti Lorena

Andrea Campi è un professionista serio. Giovane avvocato nella sede milanese del prestigioso studio legale internazionale Flacker Grunthurst and Kropper, si occupa di importanti operazioni societarie per conto dei più grandi colossi industriali. Aveva ambizioni, aveva amici, aveva una ragazza. Ora ha prospettive. Lavora fino a notte fonda, mangia pizza e sushi sulla scrivania, vive con un bonsai e parla con il muro. Le giornate scorrono tra pause alla macchinetta del caffè, redazione di contratti e riunioni interminabili, fino al giorno in cui Andrea si trova coinvolto in un nuovo progetto particolarmente delicato. Le responsabilità si moltiplicano, come pure le ore di lavoro e i deliri di un capo sempre su di giri. È l’inizio di un turbine di eventi e incontri che investe l’immobile routine di Andrea spazzandone via certezze ed equilibri. Tra una vita privata sempre più a rotoli e la catastrofe lavorativa incombente, Andrea arriverà a fare i conti con la sua vita, l’unica professione per la quale non ha mai sostenuto un colloquio.

Studio illegale

Baccomo Federico

Questo romanzo di Sibilla Aleramo è del 1906. La sua immediata fortuna in Italia e nei paesi in cui fu tradotto segnalò una nuova scrittrice, che in seguito avrebbe fornito altre prove di valore, segnatamente nella poesia. Ma soprattutto esso richiamò l'attenzione per il suo tema: si tratta infatti di uno dei primi libri 'femmisti' apparsi da noi.

Una donna

Aleramo Sibilla

Da anni, a partire da Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, attraverso altri quattro romanzi ambientati in luoghi e culture diverse, Eric-Emmanuel Schmitt persegue il progetto di un affresco della spiritualità umana nelle varie manifestazioni religiose del pianeta. Dall’islam all’ebraismo, dal cristianesimo al buddismo, per arrivare ora, con questo nuovo vivacissimo romanzo breve, al confucianesimo, l’antica saggezza del popolo cinese. Tutti, anche i più sprovveduti, sanno che in Cina le coppie non possono avere più di un figlio. Le autorità cinesi sono molto attente al controllo demografico, e chi trasgredisce incorre in severe sanzioni. Come fa allora la modesta signora Ming, addetta alle pulizie nella toilette per gli uomini del Grand Hotel di Yunhai, ad avere dieci figli?Il moderno e spregiudicato imprenditore francese, a Yunhai per affari, ritiene che la donna lo voglia prendere in giro. Si diverte a parlare a parlare con lei, ad ascoltare le storie che lei gli racconta sui suoi figli immaginari, e ne approfitta per praticare la lingua del luogo, il cantonese, ma di base è convinto che la donna sia una mitomane. Nel corso dei giorni, però, man mano che si dipanano le vicende dei figli inesistenti, l’uomo d’affari cambia parere. Le parole della signora Ming, farcite di precetti di Confucio, gli fanno apparire l’esistenza sotto un’altra ottica, lo spingono a indagare sui labili confini che dividono la verità dalla menzogna e lo portano, infine, a rivalutare la sua stessa vita e a considerare seriamente la possibilità di una paternità fino ad allora accuratamente evitata.

I DIECI FIGLI CHE LA SIGNORA MING NON HA MAI AVUTO

Schmitt Eric-Emmanuel

IL PREZZO DELLA BELLEZZA

Teruzzi Rosa