Poesia

The poetry of Menotti Lerro

Mangham Andrew

Descrizione:

Categoria: Poesia

Editore: Cambridge Scholars Publishing

Collana:

Anno: 2011

ISBN:

Recensito da Alberto Romano

Le Vostre recensioni

E’ uscito il primo aprile in Inghilterra il volume di Andrew Mangham dedicato alla poesia del poeta salernitano Menotti Lerro. Il testo, pubblicato per i tipi della Cambridge Scholars Publishing, si intitola The Poetry of Menotti Lerro ed espone i temi principali della poetica del poeta nato ad Omignano, ritenuto “il simbolo di una nuova generazione”. Un poeta colto e raffinato, ricco di inventività e di immagini sublimi. E proprio la sublimità della sua poesia viene spesso messa in luce da Mangham nell’ampia e attenta analisi di ricerca.

Il volume, dentro al quale sfavilla un’ampia raccolta di “Selected Poems” in lingua inglese e italiana, è impreziosito dalle autorevoli note critiche di Giorgio Bàrberi Squarotti, Alessandro Serpieri, Carla Perugini, Giancarlo Pontiggia, Giuseppe Lupo, Francesco D’Episcopo e Roberto Carifi, che insieme allo studio minuzioso del critico inglese consegnano al lettore un quadro esaustivo della poetica di Lerro.

A parere di Mangham a primeggiare nella poesia lerriana è il corpo, visto come oggetto disanimato e impotente, costretto ad osservare, senza potersi opporre, alla propria dissoluzione; osservazione che spesso avviene attraverso le distorsioni della memoria e dello specchio: “oggetto demoniaco che crea il doppio”, come scrive Lerro in uno dei componimenti. Centrale, inoltre, è la relazione esistente tra l’io poetante (che sembra aver molto di autobiografico) e il padre, che diviene con il passare degli anni e degli eventi sempre più un bambino da amare e da proteggere.

Lerro è un poeta capace di entusiasmare e di commuovere, attraverso una comunicazione fulminea ed essenziale, diretta e ricca di figure retoriche, così come di un linguaggio che si affida costantemente al verso libero. La sua – come dice Giuseppe Lupo – è una poesia sapienziale, che espone spesso tinte malinconiche, estremamente dolci e suasive, venate non di rado da una pungente ironia. Un poeta d’altri tempi, capace di emozionare attraverso l’uso raffinato della parola e del fermo pensiero filosofico.

Cenni biografici:

 

Menotti Lerro è nato a Omignano, in provincia di Salerno, nel 1980.

 

Laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’università di Salerno, ha conseguito un Master of Art presso l’Università di Reading. Vincitore di una borsa di dottorato presso l’Università di Salerno, è Cultore della materia (letteratura inglese) presso la stessa Università. E’ stato Visiting Scholar presso l’Università di Reading, dove ha insegnato in corsi post laurea.

 

Tra i suoi libri ricordiamo: Ceppi Incerti, Passi di Libertà Silenziose, Senza Cielo, Augusto Orrel, Gli Occhi sul Tempo, I Dieci Comandamenti, Primavera, Profumi d’Estate, Poesias Elegìdas, Selected poems, L’io Lirico nella Poesia Autobiografica, La Tela del Poeta, Aforismi, Il Diario di Mary e altri Racconti, Il mio Bambino.

 

Ha vinto il premio letterario “Renata Canepa” e i Premi “Aquilaia” e “Aquila D’oro”; Tra i tre finalisti al premio “Alfonso Gatto” e finalista al premio “Città di Leonforte”.

 

Biografia completa: http://www.zam.it/home.php?id_autore=2809

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Andrew

Mangham

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mangham Andrew


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

"Un giorno ti innamorerai, Travis. E quando succederà, combatti per il tuo amore. Non smettere di lottare. Mai". Travis Maddox è solo un bambino quando sua madre, ormai con un filo di voce, gli lascia queste ultime parole. Parole che Travis conserva come un tesoro prezioso. Adesso Travis ha vent'anni e non conosce l'amore. Conosce le donne e sa che in molte sarebbero disposte a tutto per un suo bacio. Eppure nessuna di loro ha mai conquistato il suo cuore. Provare dei sentimenti significa diventare vulnerabili. E Travis ha scelto di essere un guerriero. Finché un giorno i suoi occhi scuri non incontrano quelli grigi di Abby Abernathy. E l'armatura di ghiaccio che si è scolpito intorno al cuore si scioglie come neve al sole. Abby è diversa da tutte le ragazze con cui è sempre uscito. Cardigan abbottonato, occhi bassi, taciturna. E soprattutto apparentemente per niente interessata a lui. Ma Travis riesce a vedere dietro il suo sorriso e la sua aria innocente quello che nessuno sembra notare. Un'ombra, un segreto che Abby non riesce a rivelare a nessuno, ma che pesa come un macigno. Solo lui può aiutarla a liberarsene, solo lui possiede le armi per proteggerla. L'ultima battaglia di Travis Maddox sta per cominciare e la posta in palio è troppo importante per potervi rinunciare. Solo combattendo insieme Abby e Travis potranno dare una casa al loro cuore sempre in fuga...

Il mio disastro sei tu

McGuire Jamie

La mattina del 24 marzo 1946 Alexander Alekhine, campione del mondo di scacchi, celebre anche per la singolare crudeltà del suo gioco e l’eccentrica personalità, venne trovato privo di vita nella sua stanza d’albergo, a Estoril. Il medico che assisté all’autopsia certificò che la morte era avvenuta per asfissia, provocata da un pezzo di carne cruda conficcatosi nella laringe. “Non è stato rilevato alcunché di sospetto che possa far pensare a un suicidio, né tantomeno a un omicidio” dichiarò. Ma come mai una simile precisazione? Forse perché le foto del cadavere potevano far pensare a una messinscena? Solo un romanziere appassionato di scacchi come Maurensig poteva provare a rispondere a queste domande.

Teoria delle ombre

Maurensig Paolo

Roma, 11 luglio 1982. La sera della vittoria italiana al Mundial spagnolo Elisa Sordi, giovane impiegata di una società immobiliare del Vaticano scompare nel nulla. L'inchiesta viene affidata a Michele Balistreri, giovane commissario di Polizia dal passato oscuro. Arrogante e svogliato, Balistreri prende sottogamba il caso, e solo quando il corpo di Elisa viene ritrovato sul greto del Tevere si butta a capofitto nelle indagini. Qualcosa però va storto e il delitto rimarrà insoluto. Roma, 6 luglio 2006. Mentre gli azzurri battono la Francia ai Mondiali di Germania, Giovanna Sordi, madre di Elisa, si uccide gettandosi dal balcone. Il commissario Balistreri, ora a capo della Sezione Speciale Stranieri della Capitale, tiene a bada i propri demoni a forza di antidepressivi. Il suicidio dell'anziana donna alimenta i suoi rimorsi, spingendolo a riaprire l'inchiesta. Ma rendere finalmente giustizia a Elisa Sordi dopo ventiquattro anni avrà un prezzo ben più alto del previsto. Balistreri dovrà portare alla luce una verità infinitamente peggiore del cumulo di menzogne sotto cui è sepolta, e affrontare un male elusivo quanto tenace, che ha molteplici volti uno più spaventoso dell'altro.

TU SEI IL MALE

Costantini Roberto

In questo lavoro l'Autore racconta gli anni Ottanta, una stagione magica per la boxe. Un decennio segnato dalle imprese di Marvin Hagler. Protagonista di mitiche sfide con Thomas Hearns, Roberto Duran, John Mugabi, Ray Leonard. Erano gli anni in cui un italiano, il pugliese Vito Antuofermo, riusciva a conquistare il titolo dei medi e Mike Tyson diventava il più giovane campione del mondo nella storia dei massimi. Torromeo ho visto tre indimenticabili riprese tra Hagler ed Hearns, assistito al tragico balletto di Trevor Berbick, messo ko da Mike Tyson. Era a bordo ring quando Hagler ha sofferto contro Juan Domingo Roldan, ma poi l´ha distrutto come solo lui sapeva fare. La battaglia di Marvin contro John Mugabi l´ha guardata davanti alla tv. In quei giorni era a Sanremo prima, e a Montecarlo poi, per raccontare il vittorioso assalto di Patrizio Oliva al mondiale dei superleggeri. Ospite di Roberto Duran nella sua casa di Miami, ho passeggiato nell´inferno di Brownsville, a Brooklyn, dove Mike Tyson è nato. Ha viaggiato con Ray Boom Boom Mancini dopo la tragedia della morte di Duk Koo Kim. Ha parlato con Thomas Hearns nello scenario di una Detroit in piena crisi economica. L'Autore racconto i magici anni Ottanta. La linea guida è la rincorsa di Marvin Hagler e Sugar Ray Leonard verso la grande sfida. Un match, datato 6 aprile 1987, che ha saputo conservare intatto negli anni un alone di mistero. Il libro svela vicende e segreti di quel periodo indimenticabile, quando la boxe era una cosa seria.

Meraviglioso

Torromeo Dario