Narrativa

TSUGUMI

Yoshimoto Banana

Descrizione: È la storia di due ragazze, Maria (che narra in prima persona) e Tsugumi. A diciannove anni Maria lascia il piccolo paese sul mare per trasferirsi a Tokyo e iscriversi all'università. Anni dopo, decide di tornare al paese per le vacanze, dove ritrova Tsugumi, l'eroina del romanzo, bellissima e dispotica ragazza. Tutti tentano di essere indulgenti con lei, sperando di renderle migliore la vita che le resta. Infatti le è stata diagnosticata dalla nascita una malattia incurabile. Terminate le vacanze, Maria sta per tornare a Tokyo ma le condizioni di Tsugumi peggiorano e pare non ci sia più niente da fare. All'ultimo momento Tsugumi si salva, sentendosi vicina alla morte però aveva scritto a Maria una lettera-testamento e con questa si chiude il romanzo.

Categoria: Narrativa

Editore: Feltrinelli

Collana:

Anno: 2007

ISBN: 9788807812941

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

“… Tsugumi sono io. Con il brutto carattere che mi ritrovo, non poteva essere altrimenti. Il periodo in cui l’ho scritto è stato molto divertente”. Dal Post Scriptum di Banana Yoshimoto.

“Tsugumi” è un romanzo sull’adolescenza, una finestra spalancata su un’importante parentesi di vita.

A raccontare di un’estate indimenticabile è Maria, ma il personaggio chiave, quello che coinvolge, incuriosisce ed affascina è Tsugumi.

Le due ragazze sono molto diverse: Maria appare tranquilla, posata, discreta, obbediente; Tsugumi, invece, è irriverente, incontenibile, rissosa.

… Ma spesso la forza è una conquista dolorosa, così come la ribellione può essere una necessità.

Mentre Maria si è iscritta all’università di Tōkyō ed ha potuto scegliere come vivere la propria vita, Tsugumi non ha mai lasciato Izu a causa di una salute cagionevole che l’ha condizionata in tutto.

Passeggiate, amori, notti insonni, un mare che sembra parlare e interessanti particolari del mondo orientale fanno da sfondo ad un racconto originale, malinconico e divertente.

Corremmo a vedere: Pochi stava ringhiando a un volpino di Pomerania legato ai piedi di una statua bianca posta all’ingresso di un piccolo parco che da lì si estendeva verso l’interno della pineta.

All’inizio doveva aver agitato la coda soltanto per giocare, ma l’altro, vedendosi saltare addosso un cane grande e grosso come quello, si era messo sulle difensive e, tra acuti guaiti, l’aveva azzannato. Pochi fece un balzo all’indietro e iniziò a fare sul serio.

In un batter d’occhio tra i due scoppiò la guerra.

«Dobbiamo fermarli!» non feci a tempo a dire, che la voce di Tsugumi si sovrappose alla mia: «Vai, uccidilo!». In quell’istante si capì perfettamente la differenza tra i nostri due caratteri.

Proprio non riuscii a stare lì a guardare, così da sola corsi vicino ai due e con tutta la forza che avevo presi Pochi tra le mie braccia. Nel frattempo il volpino mi morsicò il piede”.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Banana

Yoshimoto

Libri dallo stesso autore

Intervista a Yoshimoto Banana


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

UNA GOCCIA TRA DUE OCEANI

Corrà Marcello

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

La strada

McCarthy Cormac

Delirio a due

Federica è una donna di quarant'anni separata e madre di due gemellini. Quando la sua amica Lia le consiglia di partire per una vacanza e pubblica un annuncio per trovarle una baby-sitter che la aiuti con i piccoli, Federica ancora non sa cosa il destino ha in serbo per lei. Già, perché a presentarsi è un bel giovane di ventitré anni al cui fascino - come Federica scopre ben presto - è piuttosto difficile resistere. Fin qui nulla di irreparabile, se non fosse per il fatto che anche Tom non sembra affatto indifferente alla sensualità della sua datrice di lavoro... Il ragazzo alla parie una commedia rosa, piccante ed esilarante che diverte, fa sognare ma anche riflettere. Al di là della pura e semplice toy-boy story romantica e sexy, si muovono infatti due protagonisti seducenti, dalle vite complesse: Federica convive quotidianamente con i fantasmi di un matrimonio fallito e con le ansie di una madre single, mentre Tom deve fare i conti con una morbosa situazione familiare. Tra dubbi, incertezze e appassionati momenti di intimità, Federica e Tom dovranno impegnarsi non poco per vincere le difficoltà. E insieme a queste, dovranno affrontare anche il tabù sociale di un rapporto - quello tra una donna matura e un ragazzo - che pure chiede solo di essere vissuto e rispettato "alla pari" di qualsiasi altra forma d'amore.

Il ragazzo alla pari

Gnomo Twins Federica