Giallo - thriller - noir

Tutti i sapori del noir

Autori Vari

Descrizione: Dopo aver letto il libro Tutti i sapori del noir di ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online. Recensioni

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Edizioni Frilli

Collana: SuperNoir Bross

Anno: 2019

ISBN: 9788869433849

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

È edita presso la casa editrice Frilli la nuova antologia, pensata e scritta in memoria del fondatore: Marco Frilli, e si intitola: Tutti i sapori del noir. Ha una importante quanto gradevole prefazione di Maurizio De Giovanni.

I racconti sono stati scritti e pensati da ben quarantanove autori, tutti che pubblicano presso la stessa casa editrice e ovviamente hanno ben conosciuto l’editore scomparso. Ne emerge spesso un ritratto affettuoso, lungimirante, di un uomo sicuramente burbero, elegante, sempre a spasso in compagnia del suo cane e della sigaretta, competente e preparato. Quasi un padre putativo che guardava sempre alle sue creature cartacee con indubbia sapienza, ma anche con un occhio di riguardo e di affetto, di una rara sensibilità. L’editore è sicuramente una figura determinante nella costituzione e nella vita di un romanzo, un “fantasma che si aggira dovunque sia un libro. Uno spirito speciale, sorridente o avido, visionario o pianificatore, un poltergeist dispettoso che assiste a tutto il processo di lettura con attenzione partecipe: eppure non ha scritto nemmeno una parola, e non leggerà mai il volume perché lo ha letto prima, quando era un informe ammasso di idee e sentimenti.”

Ma, come afferma lo stesso Maurizio De Giovanni, è anche “un sognatore. Cerca di far capire a un esercito di freddi calcolatori, (…) che i soldi non sono la prima cosa; i libri sono frutto di passioni ed emozioni, che sono fatti della stessa materia del sogno”.

In questo caso è un uomo a cui tutti guardano e pensano con sincero rammarico per chi non c’è più; ma è anche un atto doveroso di ringraziamento, una sorta di “album di fotografie dello spirito, istantanee di sorrisi che non saranno dimenticati.”

Chi meglio, dunque, dello stesso figlio può scrivere un degno tributo? Infatti Carlo Frilli nei Delitti alla cena narra, con simpatia e fascino indubbio, la storia di un editore che – invitato a un concorso letterario – conosce proprio Maurizio De Giovanni, Valerio Varesi, Margherita Oggero e la sua stessa autrice Maria Masella. All’interno dello scenario fiabesco di un lago sotto una fitta nevicata, avvengono due omicidi terribili: lo stesso De Giovanni e Valerio Varesi. Un incubo. Ma c’è un quadro sibillino che strizza l’occhio ammiccante e fornisce un suggerimento…

Per non parlare del racconto del curatore dell’antologia: Armando D’Amaro, intitolato L’ultima cena. Ricco di sentimento e di pathos, narra la storia di un clochard e del suo ultimo desiderio soddisfatto da un bell’uomo a spasso con la sua cagnolina…

Impossibile descrivere tutti i racconti di questo testo. Ne consegue una antologia scritta sul filo comune della cucina, dei suoi sapori, della sua intrinseca bellezza. Un connubio perfetto tra giallo e cucina perché “l’arte del cucinare condivide qualcosa di importante con la soluzione del mistero, devi raccogliere gli ingredienti nelle stesse modalità. Se i gialli contengono ricette per omicidi, ben volentieri contengono anche ricette per del buon cibo.”

Un ottimo tributo a uno splendido imprenditore, capace e preparato, di altri tempi, che univa la buona lettura con il buon gusto del vivere e del mangiare, non comune e di rara malia e fascinazione.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Vari

Autori

Libri dallo stesso autore

Intervista a Autori Vari

Presentazione dell'Autore Un incontro tra amiche per raccontarsi e raccontare un particolare evento del passato o, meglio, poche parole che hanno deciso del loro destino. È quasi impossibile dire come sarebbero diventate, se avessero agito diversamente. Già, quasi… A un certo punto della loro esistenza, infatti, le medesime parole si ripresentano, catapultandole nel mondo di cui avevano chiuso la porta. Meglio e peggio sfumano sullo sfondo di uno scenario in cui contano le scelte e gli insegnamenti che hanno portato con sé. Al termine della storia della quarta amica, l’epilogo rivela la correttezza di un “errore” grammaticale iniziale, grazie a parole, che come formule magiche possono cambiare il corso degli eventi. Capita a tutti, anche a me che mi sono laureata in Lingue e Letterature straniere e sono una traduttrice appassionata di viaggi, mare, fotografia, lingue straniere (ovviamente) e… lettura e scrittura accompagnate da una tazza fumante di caffè.

Parole, come formule magiche

Lomonte Gilda

Che cos’è la vita? Una scalata verso la salvezza da se stessa, risponde Silvia, trentacinquenne più che carina, ragazza che non si sente né donna né bimba, scrittrice o forse scrittora, crisalide che magari, un giorno, sarà farfalla, ma con i suoi tempi e i suoi modi. Vi riuscirà? Non è detto, forse non è così importante il risultato finale, ma la ricerca di sé che Silvia conduce tra amiche e presunti uomini della vita, fra situazioni ai limiti del grottesco e lo scodinzolio del suo pelosissimo cane, riempie il libro di una fresca essenza vitale, questa sì irrinunciabile. Una Bridget Jones all’italiana? Solo in parte, anche se non mancano ossessioni personali, manie e stranezze della vita, e una buona dose di sarcasmo nell’osservarle. Più di Bridget, Silvia rappresenta le eterne ragazze di oggi, dà spessore ai loro pensieri, mette in piazza le ansie e i propositi. In fondo, si può restare crisalidi per tutta la vita, se non si ha la sicurezza di diventare una farfalla speciale.

CRISALIDE ROSA

Pivari Cristiana

Igor Malev ha una sola cosa in mente: la sua ex moglie Ewa. Anche se è un uomo ricco, affascinante e di innato carisma, lei lo ha lasciato per uno stilista di grande successo, una ferita, questa, da cui non è mai riuscito a riprendersi. Così decide di riconquistarla. Nella cornice del Festival di Cannes, circondato dal lusso e dagli eccessi della nuova aristocrazia, i vincitori definitivi nella gara edonistica della vita moderna, inizia una battaglia lunga ventiquattro ore. Perché Igor è un uomo di rara forza e fredda intelligenza, e quella che vuole non sarà una riconciliazione ordinaria, pacifica. Perché ha fatto a se stesso la promessa di distruggere tutto ciò che si interpone tra lui e la sua amata. E lui mantiene sempre la parola. Con Il vincitore è solo Paulo Coelho torna ai grandi temi di Undici minuti e lo Zahir offrendoci un romanzo avvincente e ricco di tensione, specchio del mondo in cui viviamo, dove la ricerca del lusso e del successo a tutti i costi spesso impedisce di ascoltare quello che ci sussurra il nostro cuore.

Il vincitore è solo

Coelho Paulo

E se il matrimonio da sogno che fantasticavi da una vita andasse improvvisamente a monte per colpa della tua (ex) migliore amica? E se ti ritrovassi tra le mani un biglietto già pagato per fare il giro del mondo in quella che avrebbe dovuto essere la tua luna di miele? Avresti mai il coraggio di partire da sola? È quello che accade a Bianca, biologa marina all’acquario di Londra, ormai senza un lavoro e prossima alle nozze. Lei decide di partire: donna impulsiva e determinata, col suo tacco 12 è pronta a sfidare il mondo intero anzi, il giro del mondo, che una delle navi da crociera più lussuose del mondo, la Queen Victoria, percorrerà in 109 lunghi giorni. Un’anziana coppia sempre in vena di litigare, un galante scrittore in cerca di ispirazione, un affascinante e scorbutico pianista, una bionda tutto pepe e una misteriosa vecchietta saranno alcuni dei suoi compagni di avventura. Riuscirà Bianca ad arrivare alla fine del viaggio, tra serate di gala, ladri di gioielli, persone che scompaiono misteriosamente e i ricordi dolorosi di un passato che cerca di tornare prepotentemente a galla?

UNA CROCIERA SUI TACCHI

Conti Valeria Angela