Narrativa

UN AMORE DI ZITELLA

Vitali Andrea

Descrizione: Iole Vergara lavora come dattilografa presso il comune di Bellano. Vive sola, infatti è la zitella del paese. Tutto prevedibile e scontato nella sua vita fino a quando non irrompe Dante, misterioso e affascinante, che le rapisce il cuore.

Categoria: Narrativa

Editore: Garzanti

Collana: Narratori Moderni

Anno: 2004

ISBN: 9788811678168

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

In questo romanzo Andrea Vitali crea una figura, quella della signorina Jole, impiegata comunale, che mi  ricorda certe atmosfere crepuscolari in generale e la poesia “La signorina Felicita” di Gozzano (ricordate il mestissimo verso “Sei quasi brutta, priva di lusinga …”?) in particolare.

La figura di questa donna nubile, sulla quale a un certo punto convergono le fantasiose congetture degli altri impiegati comunali, a partire da un equivoco scaturito dalla superficialità di Iride (una collega), assume toni esilaranti … se non fosse che c’è di mezzo la sofferenza di una persona. La crepuscolare Jole, dunque, inizialmente si presta ad alimentare le fantasie erotiche di chi la circonda: forse per vivere, surrogandola con la fantasia, l’unica, ultima possibile, storia d’amore della sua esistenza solitaria e grigia.

Ancora una volta, ho gustato le vivaci caratterizzazioni dei personaggi-macchietta e le descrizioni ambientali e paesaggistiche di Vitali.

Quelle del paese di lago, che assiste all’alternarsi delle stagioni con le atmosfere pennellate dall’efficacia delle parole.

Quelle dell’angusto ufficio comunale ove quattro personaggi (il segretario e le sue disavventure sanitarie, il messo-becchino e le due donne) sono come i giocatori di una partita di carte … alla quale a un certo punto si aggiunge pure il morto!

Quelle vintage, degli inizi anni sessanta: la televisione da guardare anche assestandole sonori colpi in caso di disturbo della trasmissione, i vinili a “quarantacinque giri” del festival di Sanremo, la colonna sonora di “Quando, quando, quando” di Tony Renis …

Un romanzo dunque pieno di nostalgia. E di indulgenza umana.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Andrea

Vitali

Libri dallo stesso autore

Intervista a Vitali Andrea


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

La storia del poeta Harry Peake, di come ha perso sua moglie Grace in un tragico incendio che lo ha lasciato orribilmente deformato, di come si guadagnava da vivere nelle birrerie londinesi del XVIII secolo, del suo unico conforto, la devota figlia Martha, che temendo per la sua vita decide di fuggire nelle colonie americane.

Martha Peake

McGrath Patrick

Gilia è una studentessa universitaria che si mantiene lavorando nel tempo libero. Il suo sogno è aprire una pasticceria letteraria, ma l'obiettivo adesso è superare l'ultimo esame che la separa dalla tanto sognata laurea in lettere. Lontana dai genitori, il suo punto di riferimento a Napoli è Abeba, sua migliore amica e personal chef. È grazie a lei che ha conosciuto Mario, laureando in legge e suo fidanzato da due anni. Ma proprio quando si sente all'apice della felicità e soddisfazione, le cade il mondo addosso. Mario di punto in bianco decide di lasciarla per la figlia di un noto avvocato di Napoli, nella speranza di fare carriera. Distrutta e incapace di reagire, Gilia sta per abbandonare i sogni di una vita quando Abeba le propone di aiutarla a organizzare una cena che le è stata affidata. Il suo compito sarà preparare il dessert richiesto dagli ospiti: una delizia al limone. Ma la serata le riserverà anche una dolce sorpresa: Matteo. L'incontro tra i due scatena un'attrazione profonda e immediata, che entrambi si sforzano di ignorare. Saranno in grado di lasciarsi il passato alle spalle e abbandonarsi al risveglio del cuore?

Dolce risveglio

Perullo Donatella

“Voci di famiglia” è un titolo che allude alla storia narrata, dove parlano tre persone distintamente, quelle che in un'unica scena del romanzo formano una famiglia.Sofia si reca al cimitero a portare un fiore a sua madre, Ashley. Era una scrittrice, e prima di morire aveva chiesto che all'interno della cappella dove avrebbe dimorato la sua salma, ci fosse un ripiano dove collocare una copia di ogni suo libro. Chi avesse voluto prenderne uno da leggere, in cambio avrebbe dovuto lasciare un fiore. Sofia vede una rosa rossa. Vede che non c'è La musica del silenzio, l'unico che non ha letto. Torna a casa, prende il libro, si accomoda sul letto e inizia a leggere una storia che non conosceva. Nel libro che Sofia legge segue una pagina bianca; intuisce che la seconda parte non è stata scritta da sua madre. Quando Sofia torna al cimitero vede che il libro è stato riportato, ma ce n'è anche un altro mai visto prima. Si intitola “Il risveglio” ed è firmato solo con un nome: Luciano. Sofia si guarda intorno ma non vede nessuno. Torna a casa per leggerlo.Poi si reca al cimitero, e lo inserisce accanto ai libri scritti da sua madre. Sente un rumore alle sue spalle. Si volta, e lo vede.

Voci di famiglia

Giubilei Vincenza

Miles Halter, solitario collezionista di Ultime Parole Famose, lascia la tranquilla vita di casa per cercare il suo Grande Forse a Culliver Creek, prestigiosa scuola dell'Alabama. È qui che conosce Alaska Young: brillante, svitata, imprevedibile e molto sexy. Per Miles sarà un enigma, un pensiero fisso, una magnifica ossessione... Età consigliata: da 14 anni

Cercando Alaska

Green John