Narrativa

UN CERTO TIPO DI INTIMITA’

Ashworth Jenn

Descrizione: Quando giunge dal suo torbido passato nella sua nuova casa in un tranquillo quartiere inglese, Annie pensa che a ventisette anni la sua vita è finalmente iniziata. Si fissa su Neil, un giovane vicino di casa, scambiando la sua gentilezza per interesse sentimentale, Annie immagina un futuro di coppia assieme a Neil nonostante lui conviva felicemente con Lucy. Portando avanti il proprio programma di miglioramento personale, Annie organizza una catastrofica festa per conoscere i vicini di casa, si regala una nuova acconciatura e inizia a tormentare Lucy frugandole nella spazzatura, calpestandole i fiori e indossando vestiti identici a quelli della rivale. Ma poco alla volta emergono dettagli inquietanti del suo passato: dove sono finiti il. suo ex-marito e la loro figlioletta? Chi sono gli uomini che Annie, cicciottella, ha incontrato attraverso la rivista erotica Abundance? È una vittima della solitudine e di un'infanzia infelice oppure una pericolosa sociopatica bugiarda e con gravi disturbi mentali? Un romanzo straordinario che ci tiene in bilico tra umorismo nero, raffinata indagine su una mente disturbata e un misto di horror tra Stephen King, Patricia Highsmith e Ruth Rendell. Certamente è letteratura di gran classe.

Categoria: Narrativa

Editore: Edizioni e/o

Collana: Dal Mondo

Anno: 2010

ISBN: 9788876419164

Recensito da Nicoletta Scano

Le Vostre recensioni

Quando si dice che un libro offre la possibilità di conoscere nuovi mondi al lettore subito appaiono realtà esotiche o addirittura fantastiche, paesaggi mozzafiato, culture diverse.

Meno spesso si immagina di entrare profondamente in un piccolo universo parallelo che altro non è che la mente di una donna.

Questo è quello che accade a chi si avventuri nella lettura di questo romanzo. Si viene lentamente trascinati nel lavorio allucinato di una mente malata e fragile.

Annie è una donna sola, di quasi trent’anni, che elabora tutto ciò che la circonda caricandolo di aspettative, di significati nascosti, di illusioni vagamente patetiche.

E’ grassa, ma convinta del proprio potere seduttivo, tanto che, lungi dall’avere complessi fisici, osserva disgustata le ragazze più magre, è abbonata alla Rivista pornografica Abundance e sfrutta la sua prorompente fisicità per avventurarsi in incontri fugaci con uomini ossessionati da ragazze obese, finendo sempre per restar delusa. Lei cerca amore, complicità, loro offrono sesso e distacco emotivo.

Il suo passato riemerge lentamente, filtrando attraverso lunghi flashback attraverso i quali Annie tenta di comprendere il proprio passato, nella speranza di evitare nuovi errori nella sua agognata seconda possibilità di essere felice che sta vivendo al tempo del romanzo.

L’autrice è davvero brava nello svelare la vicenda lentamente, mantenendo alto il pathos che riesce a creare proprio con il ritmo lento e costante della narrazione.

Così, poco a poco, si comprende come la protagonista analizzi i comportamenti delle nuove persone che incontra in modo distorto, esasperato. Eppure non riesce davvero a suscitare comprensione o tenerezza, perché fa paura.

Annie inquieta, dissemina l’insicurezza del dubbio, e dopo aver letto questo libro, forse non guarderemo più nello stesso modo i vicini di casa timidi e goffi…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Jenn

Ashworth

Libri dallo stesso autore

Intervista a Ashworth Jenn

Cronache di un’illusione

Nicola D'Avino

Nonostante l'avversione dell'investigatrice Stella Spada ad uscire dalle mura della città di Bologna, in questa nuova indagine si sposta a Badi, un paese dell'Appennino bolognese sul lago di Suviana. Qui è stata chiamata ad indagare sulla morte di alcuni componenti della famiglia Doria, trovati annegati nel lago. Nel frattempo ha alcuni altri casi da portare a termine, come ad esempio la sparizione del nano Orfeo dall'aiuola della Arena Orfeonica. Attorno a lei molti personaggi e molti misteri famigliari. Stella dice di essere cambiata, o almeno ci sta provando, ma sarà vero?

Il nano rapito

Lusetti Lorena

All'alba del XIII secolo, Guglielmo, un cavaliere normanno percorre a cavallo la lunga strada che dall'Alsazia lo porterà in Sicilia. Raggiunta Palermo, inizierà una vita intensa e avventurosa, dando origine alla famiglia Falconari. Il suo destino s'intreccerà con quello dell'imperatore Federico II, lo "stupor mundi", che lo nominerà custode di uno straordinario segreto, direttamente collegato alla vita e alle opere di Gesù Cristo. Due secoli dopo, un suo pronipote, il barone Orazio Falconari, detto The Fool, fonda una confraternita segreta con l'ambizioso obiettivo di perseguire uno scopo impossibile: sradicare l'insensatezza dal genere umano. Oggi, il barone Vincenzo Falconari, ultimo discendente della famiglia, decide di realizzare l'ennesimo gesto folle della sua vita. Solo in pochi sanno che il barone ha destinato la sua esistenza a combattere una spietata organizzazione, che opera azioni criminali in nome della Fede religiosa. È davvero la Fede un pericolo e un danno per l'uomo, e può la Scienza essere la fiaccola che illumina il sentiero verso la verità?

Il sentiero dei folli

Rosaci Domenico

Svegliarsi nel cuore della notte in una stanza mai vista prima, accanto a una sconosciuta nuda, senza ricordare niente delle ore precedenti... Può succedere, quando hai bevuto un po' troppo. Se però la ragazza è morta e la stanza è chiusa a chiave dall'interno, la faccenda si fa preoccupante. E non migliora quando scopri che i cadaveri, in realtà, sono due. È così che Walter Pioggia, scrittore e direttore editoriale di una piccola casa editrice bolognese, si ritrova protagonista di un vero e proprio giallo della camera chiusa in cui, a quanto pare, gli è toccato il ruolo dell'assassino. Ma lui non ha ucciso nessuno. O sì? In una settimana che rischia di portarlo alla follia, Walter è costretto a inseguire le tracce di ben due delitti: il misterioso omicidio di via della Luna e un altro caso, mai davvero risolto, tornato a perseguitarlo dal passato. Minacciando di distruggere il suo presente proprio ora che finalmente tutto sembra andare per il meglio. Una chiave misteriosa, una donna contesa, una villa maledetta, due ragazzi perduti... Sotto i portici e nei bar di una Bologna ricostruita con tagliente affetto si sviluppa un'indagine psicologica che indebolisce il confine tra realtà e immaginazione, investendo di tensione la quotidianità di un uomo divenuto di colpo un bersaglio. Fino alla più sorprendente delle conclusioni.

Lo specchio nero

Morozzi Gianluca