Narrativa

UN GIORNO

Nicholls David

Descrizione: È l'ultimo giorno di università, e per due ragazzi sta finendo un'epoca. Ormai si sentono adulti e indipendenti, hanno davanti a sé l'intera vita, da afferrare a piene mani. Emma e Dexter sono a letto insieme, nudi. Lui è alto, scuro di carnagione, bello, ricco. Lei ha i capelli rossi, fa di tutto per vestirsi male, adora le questioni di principio e i grandi ideali. Si sono appena laureati, il giorno successivo lasceranno l'università. Dopo una serata di grandi bevute sono finiti a baciarsi con passione, e poi tra le lenzuola. Ora sono lì, l'uno accanto all'altra, nell'alba di una vita nuova. Quel giorno, il 15 luglio 1988, Dexter e Emma si dicono addio per la prima volta. Le loro strade si separano, lui è destinato a una vita di viaggi, divertimenti, ricchezza. Emma non ha soldi, ha bisogno al più presto di un lavoro, e sogna di cambiare il mondo. Emma si sposterà a Londra, farà la cameriera in un pessimo ristorante messicano e prenderà due decisioni importanti: diventare insegnante e andare a vivere con il suo ragazzo, Ian, un comico che non riesce a strappare una risata. Nel frattempo Dexter, grazie alla sue conoscenze e alle possibilità economiche, entra nell'industria dello spettacolo. Presenta un programma televisivo di dubbio gusto, assieme a una donna con cui si trova a uscire fin troppo spesso. È diventato dipendente dalle droghe, dal sesso facile e dalle celebrità di terza categoria che frequentano il suo mondo. Ma ogni 15 luglio c'è un momento speciale per entrambi: dove sarà Emma, cosa farà Dexter? Per venti anni, in quel giorno, si terranno in contatto. Nel corso di venti anni, ogni anno, per un giorno, saranno di nuovo assieme...

Categoria: Narrativa

Editore: Neri Pozza

Collana: Bloom

Anno: 2010

ISBN: 9788854504202

Recensito da Laura Barbieri

Le Vostre recensioni

“Lui le posò una mano leggera sulla nuca e nello stesso istante lei gli appoggiò una mano leggera sul fianco, e si baciarono lì per la strada in mezzo alla gente che correva a casa nella luce estiva,il bacio più dolce che avrebbero mai provato nella loro vita. Ecco dove inizia tutto. Tutto parte da qui, oggi.”

Emma e Dexter. Si incontrano l’ultimo giorno di università, si sono appena laureati. Hanno concluso una tappa importante della loro vita e sono pronti ad affrontare il futuro, a “cercare di cambiare qualcosa”. E’ il 15 luglio 1988, i due ragazzi , un po’ ubriachi e un po’ euforici, si baciano, finiscono a letto, mescolano per un momento le loro esistenze e poi ognuno per la sua strada: lui a rincorrere una vita fatta di divertimenti, di sregolatezza, di superficialità; lei a cercare di realizzare quei sogni che a volte sembrano decisamente irraggiungibili. Sarà questa data speciale, il 15 luglio, a scandire la storia di Emma e Dexter, a mostrarceli di anno in anno intenti a costruirsi il proprio futuro ma sempre con il pensiero rivolto all’altro. Com’è possibile non riconoscere l’amore quando è così vicino? Quando devi respingere con forza la sensazione che sì, sei davvero innamorata e che sì forse è proprio quella la donna giusta per te! Eppure Emma e Dexter non riescono a confessarsi il loro amore. Sembra che abbiano paura di essere davvero felici o meglio, sembra che abbiano paura di farsi troppo male. Non si accorgono di quanto stanno bene insieme, di quanto si completino, di quanto sono felici quando riescono ad essere veramente se stessi. Così gli anni passano fra liti, gelosie, successi, fallimenti, gioie, delusioni, piccoli compromessi, amori sbagliati, scelte coraggiose ma, alla fine, sono sempre Dex ed Em:

“Perché  siamo…noi. Siamo Dex ed Em. No?”

Un giorno è un romanzo di forti sentimenti e di grande passione. I personaggi sono costruiti con estrema ‘verità’ tanto che, come ha commentato Jonathan Coe: “quando chiudiamo il libro abbiamo la sensazione di conoscerli quanto i nostri amici più cari”. Emma e Dexter ci regalano emozioni intense, ci ricordano che la conquista dell’amore è possibile solo se ci si mette in gioco fino in fondo, se si sconfiggono le paure e le piccole meschinità che fanno parte del nostro essere, se si accetta di correre il rischio di rimanere delusi.

Lo stile con cui è condotta la narrazione è semplice ma accattivante. L’autore, senza mai essere banale, costruisce una trama dove riesce ad amalgamare efficacemente la malinconia di fondo della storia, il grottesco di alcune situazioni, la dolcezza e profondità dei sentimenti e, in conclusione, la sorpresa di un finale davvero commovente.

David Nicholls, attore, scrittore ed autore televisivo, è stato avvicinato dal Times a grandi nomi della letteratura inglese del calibro di Jonathan Coe e Nick Hornby. L’edizione originale del romanzo, in corso di traduzione in tutto il mondo, è uscita in Gran Bretagna nel giugno del 2009 riscuotendo uno straordinario successo di critica, tanto da rimanere per dieci settimane nella classifica dei bestseller.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

David

Nicholls

Libri dallo stesso autore

Intervista a Nicholls David


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

In che modo un viaggio organizzato alle Hawaii può trasformarsi in un moderno pellegrinaggio verso il Paradiso. Anche Bemard Walsh, ex prete di cattolicissima famiglia irlandese, fa parte del gruppo di turisti diretti a Honolulu, ma il suo non è un viaggio di piacere: deve accompagnare il vecchio padre al capezzale di una zia malata. Lo scenario si sposta quindi dalla grigia depressione provinciale di Rummidge al lussureggiante splendore dei mari del Sud, dove tutto è lecito. Dove persino Bernard riuscirà a liberarsi dai vincoli della gretta educazione cattolica e scoprire le delizie dell'amore. Alla vicenda di Bernard fanno da sfondo quelle dei personaggi minori... Alla fine, per tutti le assolate spiagge di Waikiki rappresenteranno il Paradiso perduto e ritrovato.

Notizie dal paradiso

Lodge David

Il Novecento è appena iniziato in Giappone, e l'era Meiji sembra aver restituito onore e grandezza al paese facendone una nazione moderna. Per il gatto protagonista di queste pagine, però, un'oscura follia aleggia nell'aria, nel Giappone all'alba del XX secolo. Il nostro eroe vive, infatti, a casa di un professore che si cimenta in bizzarre imprese. Scrive prosa inglese infarcita di errori, recita canti no¯ō nel gabinetto, tanto che i vicini lo hanno soprannominato il «maestro delle latrine», accoglie esteti con gli occhiali cerchiati d'oro, spettegola della vita dissoluta di libertini e debosciati. Insomma, mostra a quale grado di insensatezza può giungere il genere umano in epoca moderna... Pubblicato per la prima volta nel 1905, Io sono un gatto non è soltanto un romanzo raro, che ha per protagonista un gatto, filosofo e scettico, che osserva distaccato un radicale mutamento epocale. È anche uno dei grandi libri della letteratura mondiale, la prima opera che, come ha scritto Claude Bonnefoy, inaugura il grande romanzo giapponese all'occidentale.

Io sono un gatto

Soseki Natsume

Un liceo, una ragazza e un vampiro irresistibile: non troppo originale come inizio per un romanzo, si potrebbe pensare. Tuttavia questo libro lascia l'orda di fan di Twilight interdetta sin dall'inizio. Jessica Packwood, una semplice liceale patita di matematica, entra nel panico quando, a pochi mesi dal suo diciottesimo compleanno, un ragazzo rumeno, Lucius Vladescu, compare sulla sua soglia per informarla che lui e lei sono entrambi vampiri (appartenenti alle due più potenti e rivali famiglie) e sono promessi sposi sin dalla nascita. Come se non bastasse, i suoi genitori adottivi confermano la versione del ragazzo, ribadendo che anche i suoi veri genitori fossero, di fatto, dei vampiri. Lucius inizia un corteggiamento serrato nei confronti della sua promessa, ma dopo essere stato rifiutato più volte, rivolge le sue attenzioni verso la bellissima cheerleader della scuola. Jessica si trova così a dover lottare per riconquistare il suo principe, evitare una guerra fra vampiri e salvare l'anima del suo Lucius dalla dannazione eterna. Titolo originale: ''Jessica's Guide to Dating on the Dark Side'' (2009).

PROMESSI VAMPIRI

Fantaskey Beth

Presentazione dell'autore. La storia si ispira a un film cult della tensione in bianco e nero: “La scala a chiocciola”, una vicenda nella quale l’assassino elimina persone affette da difetti fisici. In questo romanzo l’omicida seriale uccide donne che soffrono di fobie, con una particolarità sorprendente: “firma” i delitti depositando una maschera sul viso della vittima. Secondo la criminologia, quando un assassino copre – generalmente con un lenzuolo – la sua vittima, nell’atto esprime pietà tardiva o un legame affettivo con il cadavere. Se l’omicida seriale de “Il carnevale dei delitti” nasconde i suoi misfatti non con un lenzuolo, ma con una maschera, cioè con un oggetto altamente simbolico, ecco che allora la Bautta, la maschera d’oro di Tutankhamon, il Quetzalcoatl azteco o Brighella costituiscono indizi da interpretare, all’interno di una follia criminale che serpeggia tra le fiabe e la psicanalisi. Gli omicidi vengono compiuti sullo sfondo di situazioni torbide o di manifestazioni evocative: una villa ove si pratica lo scambismo, il carnevale di Venezia, la spettacolare spiaggia delle uova di Ventimiglia … L’indagine si svolge nell’atmosfera magica del lago di Como

Il carnevale dei delitti

Elpis Bruno