Narrativa

Una diagonale perfetta

Di Martino Antonella

Descrizione: Una piccola città. L’esplosione di una bomba uccide un’innocente. Il magistrato che volevano assassinare ne esce incolume. La figlia, Eleonora, ne rimane segnata per sempre. Anni dopo, Eleonora osserva nel cielo la diagonale perfetta disegnata da tre pianeti: una coincidenza sorprendente, come quella che presto la costringerà a lasciare tutto per inseguire il suo passato. Un viaggio nei ricordi di una donna e nelle strade della provincia italiana.

Categoria: Narrativa

Editore: Https://bookabook.it

Collana:

Anno: 2017

ISBN:

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Una diagonale perfetta, l’ultimo romanzo di Antonella Di Martino, pubblicato con la formula Bookabook – un nuovo modo di fare editoria, è un testo che colpisce per la particolarità della struttura: passato e presente s’intrecciano, come le orbite di satelliti e pianeti (“Sono allineati come soldatini. Sembra una coincidenza straordinaria, vero? … Si muovono sempre sulle stesse orbite, quindi prima o poi devono incrociarsi”) che intitolano i capitoli (“La Luna non è un satellite, ma una compagna di viaggio dlela nostra Terra”), e le fila della trama si annodano a ricomporre un legame attuale e a medicare un trauma rimasto sospeso per gli strani meccanismi di protezione che psiche e rapporti umani frappongono.

Eleonora è una bambina sensibile e originale: vive con difficoltà il suo essere eccellente (“Era la prima della classe, eppure non riusciva a comprendere qualcosa che tutti gli altri sapevano, senza averlo mai studiato sui libri”), ama paragonare le persone agli animali (“Quel viso non c’era più, sostituito da una faina pallida con due lampi azzurri riflessi dalle lenti. Aveva finalmente incontrato il suo animale”), sodalizza con due compagne che la deludono, subisce l’aggressione di due ragazze che offendono il padre giudice (“Sentiva risuonare nella sua testa gli insulti rivolti al padre”)… Trova conforto in Sara, una donna ebrea che l’aiuta nella difficile lotta per l’adattamento alla vita e che diviene il suo riferimento, in parte sostituendo il ruolo interpretato da una madre troppo razionale e un po’ oppressiva (“Non riuscirò mai a diventare come vuoi tu…”). Tuttavia Sara sparisce misteriosamente e all’improvviso, proprio il giorno in cui il padre giudice subisce un attentato.

Eleonora, divenuta avvocato affermato e brillante, è alle prese con una separazione difficile dal marito che ancora ama (“Aveva abbandonato Marco, la casa delle marionette e l’atelier”). I ricordi riaffiorano e s’intersecano nel loro flusso inarrestabile con la radiografia della relazione coniugale e dei rapporti familiari. La convergenza delle coincidenze (“Le coincidenze sono le cicatrici del destino”, C.R. Zafòn, citato con Milan Kundera nell’incipit del romanzo)  e delle azioni umane si realizza nella “casa delle marionette”, il luogo che calamita amore, affetti e riflessioni di ampio respiro sulla libertà dell’uomo nell’universo (“L’universo è composto da astri, particelle e marionette!”).

Il dramma personale di Eleonora viene proiettato dalla scrittura di Antonella su sfondo astrale e riecheggia secoli di importanti riflessioni filosofiche, che riportano ai temi essenziali: della felicità, della libertà, del diritto alla diversità.

Buno Elpis

_________________________

Restate sintonizzati: nei prossimi giorni parleremo con l’autrice di questo romanzo…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Antonella

Martino

Di

Libri dallo stesso autore

Intervista a Di Martino Antonella


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Può succedere anche una sola volta nell'arco di tutta la vita: un frangente di improvvisa lucidità in cui il flusso delle cose si interrompe e la realtà si mostra senza veli. A Luca, che ha alle spalle un matrimonio fallito e vive una relazione ormai appiattita nella consuetudine, succede dopo una caduta da cavallo. In quell'istante egli capisce con dolorosa consapevolezza di essere perfettamente infelice. E da quel momento, unico e irripetibile, niente sarà più come prima.

Nel momento

De Carlo Andrea

«I banchi di scuola a volte sembrano banchi di nebbia, oltre i quali è sempre più difficile per un insegnante indovinare la vita, le attese, le paure dei suoi allievi. Qualcosa si è rotto in questo incontroscontro generazionale, adulti e ragazzi fanno sempre più fatica a stare insieme per capirsi e anche per litigare, quando serve: eppure la dialettica vitale di una società dinamica deve passare per forza attraverso questa sintesi precaria che è un’aula di scuola. È il momento di far ripartire il dialogo: chiunque può aprire davanti ai nostri occhi una finestra e far entrare il vento e un paesaggio inaspettato: chiunque, anche lo studente dell’ultimo banco, anche l’insegnante più stanco.» In questa raccolta di riflessioni e aneddoti l’autore ci conduce nel mondo della scuola e della società contemporanea, rivelandone paradossi e vuoti ma anche colori e ricchezza. Nelle pagine di questo libro troveremo non solo un’arguta descrizione della realtà in cui ciascuno di noi è immerso, ma anche l’invito a ripensare la scuola come il luogo che — attraverso la discussione e la condivisione di valori tra generazioni — può fornire «gli strumenti per affrontare la vita, grande, complessa e meravigliosa che ci attende ogni giorno».

Vento forte tra i banchi

Lodoli Marco

Al centro del romanzo troviamo Milo, un'anima davvero antica: ha già vissuto 9.995 volte e non ha nessuna intenzione di smettere. Anziché cercare di raggiungere la perfezione, il nirvana, che gli sembra una cosa piuttosto noiosa, egli preferisce infatti continuare a vivere una vita dopo l'altra rimanendo nel ciclo della reincarnazione, così da poter continuare la sua relazione con la Morte (o "Suzie", come preferisce essere chiamata). Ciò che ancora Milo non sa è che le anime non sono eterne: si sta rapidamente avvicinando il momento in cui il suo ciclo si esaurirà e lui sarà cancellato per sempre se non raggiungerà la perfezione. Avrà solo altre cinque vite per provarci, e gli serviranno tutte per riuscire a salvare se stesso e, forse, l'intero genere umano. Reincarnation Blues ci porta ovunque, dall'antica India a una colonia penale posta su una lontana galassia del futuro, con soste a Vienna, sul Sole e nell'Ohio. Vivendo ogni tipo di esistenza immaginabile, Milo avrà la possibilità di scoprire cosa renda perfetta una persona. Neil Gaiman incontra Kurt Vonnegut in questa dark comedy profondamente fantasiosa sui segreti della vita, della morte e dell'amore.

Reincarnation blues

Poore Michael

Luna

Lory Costabile