Narrativa

VENGO E MI SPIEGO

Astori Diego

Descrizione:

Categoria: Narrativa

Editore: Zero91

Collana:

Anno: 2008

ISBN: 9788895381046

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Diego Astori è un avvocato divorzista di trentasei anni che lavora nello studio del padre e conduce un’esistenza un po’ vuota e di sicuro insoddisfacente.

A parte Jeng, la filippina che lo aiuta a stirare e rassettare, a nessuna donna ha mai consegnato le chiavi di casa. Eppure di donne ne ha ben tre, ed ha persino scadenzato i loro incontri: Silvia il lunedì, Monica il mercoledì e Valeria il venerdì. É lui però a raggiungerle di buon mattino, passando rapidamente dal letto alla colazione, per poi guadagnare l’uscita senza troppi convenevoli: “Lo consideravo un servizio di Bed & Breakfast autogestito“.

Sono proprio i suoi piaceri mattutini a farlo arrivare spesso in ritardo, tanto che Luisa, l’avida assistente personale che segnala con precisione certosina i suoi ritardi in un apposito registro, riesce a racimolare ghiotti premi di rendimento grazie alle decurtazioni che il padre gli commina.

In perfetto accordo con la sua scarsa voglia di impegnarsi, alla stessa Luisa (“più di una segretaria e meno di una sorella“) Diego è solito affidare il cellulare: è lei, infatti, che cura il traffico degli SMS in entrata e in uscita. Questo consente a Diego di gestire più facilmente gli appuntamenti con le proprie amanti ed anche di tenerle buone con frasette sdolcinate che non sarebbe assolutamente in grado di elaborare e che Luisa spudoratamente copia e ricicla.

L’esistenza pianificata e schematizzata di Diego, però, subisce un inatteso scossone in occasione del divorzio di un vecchio amico di suo padre, il cavalier Grossi. Sarà infatti lui ad assistere la signora Grossi, e questo gli consentirà di scoprire molte verità inquietanti sulla sua stessa famiglia e, in particolare, sul rapporto tra i suoi genitori.
In più, avrà l’occasione di conoscere Sara De Giorgi, l’avvocato di controparte, una donna dal cui fascino sarà ammaliato sin da subito, ma che non è disponibile. Né per lui né per altri uomini…

Mi sorrise, allungò il braccio per una stretta di mano. Le guardai il culo mentre si allontanava con il suo passo deciso e ben saldo sulla terraferma. Quella era la vita vera, il caso, l’aiuto del destino, un incontro occasionale senza frasi equivoche. «Guardami le tette ma, per te, sono un uomo. Chiaro?».
In “Vengo e mi spiego”, Diego Astori indaga l’universo maschile dei sensi attraverso un linguaggio che non si pone freni ma non è mai volgare, descrivendo scene di sesso con assoluta naturalezza e divertendo senza essere superficiale. La trama è leggera e piacevole, i protagonisti ben tratteggiati e il finale non tradisce lo spirito del libro. Bell’esordio.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Diego

Astori

Libri dallo stesso autore

Intervista a Astori Diego


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

'Tutte le famiglie felici si somigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo": comincia così Anna Karenina e da quando Tolstoj ha usato queste parole per introdurre la storia di una delle famiglie più infelici della letteratura di tutti i tempi, a sentir parlare di "famiglie felici" vengono subito i brividi. Nemmeno le famiglie di Fuentes si sottraggono a questo destino: sedici racconti brevi intervallati da altrettante prose in versi in cui, inutile dirlo, nessuna famiglia è davvero felice né lo sarà mai. Un padre in punto di morte impone un diabolico rituale di lutto alle sue tre figlie. Un marito abbandona la sua bellissima moglie per una cugina molto meno avvenente. Una madre intrattiene una corrispondenza con l'assassino di sua figlia. Un fratello scredita l'altro pur di non compromettere la sua carriera. Un amante gay tradisce il suo storico partner per un giovincello.

TUTTE LE FAMIGLIE FELICI

Fuentes Carlos

Cosa accade a un uomo che torna nella propria città di notte come uno straniero, come un profugo, cosa accade a un uomo quando torna e nessuno lo aspetta, chi chiamerà il suo nome? Un uomo è il suo nome? E se nessuno lo pronuncia quel nome, l'uomo continuerà a esistere?

Preghiera di novembre

Gianeselli Irene

VIAGGIO NEL DIALETTO MILANESE – di Giorgio Caprotti

Quindici storie che segnano l'esordio narrativo di James Joyce e compongono un mosaico unitario che rappresenta le tappe fondamentali della vita umana: l'infanzia, l'adolescenza, la maturità, la vecchiaia, la morte. In queste pagine Joyce ritrae oggettivamente il mondo della sua città natale, i pregi e i difetti della piccola borghesia dublinese, l'attaccamento alla tradizione cattolica, il sentimento nazionalistico, il decoro, la grettezza, le meschinità, i pregiudizi, osservati e descritti con mordente ironia e profondo senso poetico. Ogni storia, dove pare nulla succeda, rivela in realtà una complessità di sentimenti che smascherano, agli occhi e al cuore di Joyce, la vera anima di Dublino. Introduzione di Giorgio Melchiori.

Gente di Dublino

Joyce James