Saggi

Viva il re!

Travaglio Marco

Descrizione: Qualcuno lo aveva previsto, qualcun altro lo invocava, altri lo temevano. Non era mai successo. Marco Travaglio racconta i retroscena dell'elezione del presidente della Repubblica più difficile e drammatica della storia italiana. Cosa sta succedendo? Siamo alla fine della Repubblica dei partiti, siamo alla vigilia di un sommovimento istituzionale? La democrazia rappresentativa è arrivata al punto della sua massima crisi e non si sa cosa possa esserci oltre. Travaglio mette in fila gli eventi a modo suo, lucido e implacabile. Ma per capire come si è giunti fin qui è necessario anche ricomporre la storia del passato. E così, insieme alla ricostruzione dell'oggi, l'autore ci propone una carrellata delle passate elezioni, una galleria dei personaggi e degli eventi che hanno segnato la nostra storia repubblicana, da Enrico De Nicola, il primo presidente, a re Giorgio Napolitano. Sarà questa l'ultima elezione del presidente della Repubblica, così come finora l'abbiamo conosciuta?

Categoria: Saggi

Editore: Chiare Lettere

Collana: Reverse

Anno: 2013

ISBN: 9788861904842

Recensito da Lucilla Parisi

Le Vostre recensioni

Marco Travaglio e il suo giornalismo d’inchiesta tornano a colpire. Il bersaglio è un personaggio eccellente, un rappresentante dello Stato che, per il ruolo che ricopre, dovrebbe operare al di sopra di ogni sospetto. I fatti, però, e la cronaca di questi anni, per quanto quest’ultima accomodante e fuorviante, ci forniscono un’immagine non proprio irreprensibile del capo dello Stato.

Il paladino della Costituzione e del buon andamento della democrazia si trasforma così – per le decisioni prese e per la deriva antidemocratica delle proprie azioni a partire proprio dalla ricandidatura – in un soggetto certamente discutibile.

Giorgio Napolitano e i suoi sette anni – più il bis, ma non solo – sono al centro dell’analisi spietata ma lucida del vicedirettore del Fatto Quotidiano. Nulla a che vedere con una biografia, ma – come la definisce lo stesso Travaglio – la “controstoria” in cui si racconta “il suo lato B, finora – salvo rare eccezioni – ignorato o relegato nel dimenticatoio, alla voce lesa maestà.”

Certo il nostro è un Paese che ben si presta all’approssimazione e al raggiro, fosse anche delle leggi e, in assenza di una politica seria e di politici validi, le garanzie di controllo sulla buona amministrazione dello Stato vanno a farsi benedire.

Così, quando una legislazione di emergenza, come quella dei decreti legge ad hoc, finisce per colmare le lacune e le mancanze delle istituzioni e dei suoi rappresentanti, il Presidente della Repubblica dovrebbe intervenire o per lo meno evitare di avallare un certo modo di governare il Paese.

Viva il re!” è una ricostruzione degli accadimenti politici, giudiziari e istituzionali che hanno fatto la storia di questi ultimi anni, con un’attenzione particolare – ma mai ossessiva – all’operato dell’uomo che ricopre, ancora oggi, la prima carica dello Stato. L’inchiesta di Travaglio può piacere o non piacere. Certo è che impone una riflessione doverosa anche al lettore più scettico, fornendo gli strumenti (i fatti appunto) per formulare un giudizio del tutto libero, ma soprattutto rigoroso su ciò che è accaduto e che tuttora accade nel nostro Paese.

Il 13 giugno 2012 la Procura di Palermo conclude la sua indagine sulla trattativa fra Stato e mafia e deposita 120 faldoni di atti a disposizione degli avvocati dei dodici indagati. Sei per la mafia […]. E sei per lo Stato […]. Lo stesso giorno il Corriere della Sera e la Repubblica anticipano la sorpresa più clamorosa – almeno dal punto di vista politico – dell’inchiesta appena chiusa: intercettando i telefoni di Mancino, gli inquirenti si sono imbattuti in una serie di sue conversazioni con il consigliere giuridico del Quirinale, il magistrato Loris D’Ambrosio, per discutere su come allontanare le indagini sui politici da Palermo. […]. Inizia, così, il lungo Romanzo Quirinale: un film giallo-noir che è bene riepilogare, fotogramma per fotogramma, partendo dal principio.

Da leggere.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Marco

Travaglio

Libri dallo stesso autore

Intervista a Travaglio Marco


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Terzo incontro del Circolo de i-LIBRI – “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”

Un sabato sera come tanti in una cittadina della provincia italiana. La tv sintonizzata su uno show televisivo, nel lavandino i piatti della cena da lavare. Un infarto fulminante uccide il settantenne Pietro Polizzi, ma Ines Banchero, sua moglie da quasi quarant’anni, se ne accorge solo alla fine della serata. E non chiede aiuto a nessuno, neppure ai due figli, Vittorio e Riccarda. Comincia così, con un decesso di cui tutti sono tenuti all’oscuro, un viaggio di quattro giorni dentro l’inferno domestico di una coppia all’apparenza normale, ma di fatto marchiata a fuoco da un trauma inconfessato. E mentre giorno dopo giorno la morte si impadronisce della scena, il confine fra normalità e follia si fa labile. Il talento è la condanna e l’ossessione di Ines. Eccellente disegnatrice da ragazza, rinuncia a seguire la propria vocazione per una vita «al sicuro»: quella di moglie e madre modello. Ma Ines non riconosce neppure il talento e le più genuine aspirazioni dell’amatissimo figlio Vittorio, campione di nuoto. Né accetta il talento della libera e tenace Riccarda, attrice di successo, sua grande delusione. Ines vive tra i fantasmi - i demoni - del passato. E in questo limbo vaga da sola, cercando qualche frammento di senso e una luce di riscatto.

La figlia sbagliata

Romagnolo Raffaella

Esther Hillesum, detta Etty, è una ragazza olandese di origini ebraiche, colta, curiosa, dalla sensibilità inusuale. Appassionata di letteratura russa e lettrice vorace, lavora come dattilografa al Consiglio Ebraico: la sua è una condizione privilegiata, allo scoppiare della Seconda guerra mondiale e con l'inizio delle persecuzioni razziali potrebbe scappare e salvarsi. Potrebbe coltivare i suoi studi, scoprire l'amore che comincia ad affacciarsi nella sua vita, realizzare i mille sogni suggeriti dalla sua fantasia. Ma decide di non abbandonare la sua famiglia, il suo popolo, e di condividerne fino in fondo la sorte...

Un gomitolo aggrovigliato è il mio cuore

Ferri Edgarda

In Confini di Pelle, attraverso otto storie, ci conduce in una estraniante realtà quotidiana, dove appare evidente come l'umanità abbia perso totalmente la sua unità di specie. Sono famiglie in fuga dalla guerra, folli in conflitto con meschine personalità latenti, mariti con segreti, ragazzi in lotta con i loro coetanei e donne che hanno riposto la propria fiducia in uomini sbagliati. Sono terribilmente umani i personaggi, fatti persone nell'accezione etimologica del termine, ovvero maschere, che escono dall'immaginazione di Valtieri, pur nulla conservando di immaginario.

Confini di pelle

Valtieri Maurizio