Letteratura femminile

Voci di famiglia

Giubilei Vincenza

Descrizione: “Voci di famiglia” è un titolo che allude alla storia narrata, dove parlano tre persone distintamente, quelle che in un'unica scena del romanzo formano una famiglia.Sofia si reca al cimitero a portare un fiore a sua madre, Ashley. Era una scrittrice, e prima di morire aveva chiesto che all'interno della cappella dove avrebbe dimorato la sua salma, ci fosse un ripiano dove collocare una copia di ogni suo libro. Chi avesse voluto prenderne uno da leggere, in cambio avrebbe dovuto lasciare un fiore. Sofia vede una rosa rossa. Vede che non c'è La musica del silenzio, l'unico che non ha letto. Torna a casa, prende il libro, si accomoda sul letto e inizia a leggere una storia che non conosceva. Nel libro che Sofia legge segue una pagina bianca; intuisce che la seconda parte non è stata scritta da sua madre. Quando Sofia torna al cimitero vede che il libro è stato riportato, ma ce n'è anche un altro mai visto prima. Si intitola “Il risveglio” ed è firmato solo con un nome: Luciano. Sofia si guarda intorno ma non vede nessuno. Torna a casa per leggerlo.Poi si reca al cimitero, e lo inserisce accanto ai libri scritti da sua madre. Sente un rumore alle sue spalle. Si volta, e lo vede.

Categoria: Letteratura femminile

Editore: Abel Books

Collana:

Anno: 2017

ISBN: 9788867521548

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Voci di famiglia è una storia nella quale Vincenza Giubilei abbina sentimento, passione, affetti familiari a un registro e a un’ambientazione soffusamente mistery.

La ricomposizione familare tra genitori e figlia  – che una scelta corraggiosa e drammatica ha separato – avviene nella ricostruzione che Sofia opera muovendosi tra le pagine che Luciano e Ashley hanno scritto, e l’autrice tesse una ragnatela lieve che si aggrappa ai ricordi di un amore fatto di sguardi, impressioni, scommesse psicologiche, interrogativi. Su questo amore giovanile indugia il romanzo, che in gran parte della struttura ripercorre le emozioni dei due protagonisti nelle aule di una facoltà universitaria di filosofia.

Poi, nella parte finale, la vicenda accelera, i punti di vista s’ infittiscono, gli eventi assumono un corso che ha il proprio punto di accumulazione nel desiderio della figlia di conoscere il padre e di ricostituire quell’unità superiore che la vita ha negato.

Purezza di sentimenti, analisi psicologica e atmosfera ipnotica caratterizzano l’ebook del quale oggi proponiamo la  la pagina di Feltrinelli.it

La redazione

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Vincenza

Giubilei

Libri dallo stesso autore

Intervista a Giubilei Vincenza


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Jacob Hunt è un teenager bravo in matematica, con uno spiccato senso dell’umorismo, estremamente preciso e organizzato e con una vita sociale senza speranze. È affetto dalla sindrome di Aperger, è autistico insomma, imprigionato in un mondo tutto suo. Il fratello Theo, un ragazzo normale, soffre delle attenzioni che i genitori riservano naturalmente a Jacob e per sentirsi veramente parte di una famiglia spia le case altrui… Tutto bene finché l’insegnante di Jacob non viene trovata morta dentro casa e i sospetti ricadono sul ragazzo, così diverso dagli altri, così imprevedibile…

LE CASE DEGLI ALTRI

Picoult Jodi

Per cucinare gli spaghetti all'assassina, il piatto più famoso di Bari, ci vuole la padella in ferro nero che si trova solo nella città vecchia. Ed è proprio lì che sorge il ristorante di Colino Stramaglia, inventore della famosa ricetta. Una mattina di primavera, all'apertura del locale, il grande chef viene trovato morto ammazzato in maniera talmente efferata da far sospettare un torbido movente passionale. Quale grave sgarbo avrebbe commesso l'illustre personaggio per meritare una fine così orrenda? E quanti misteri si celano dietro al mondo sempre più competitivo dell'alta cucina? Fra le persone informate sui fatti, un affascinante cuoco algerino, una spogliarellista brasiliana e un capocameriere con un'aria da becchino uscito da un film western. A indagare è il commissario Lolita Lobosco, che stavolta trova imbrattate di sangue le sue due attività preferite: l'amore e la cucina. Sullo sfondo di una città sempre più pulp, una nuova intricata indagine, con fosche tinte da noir mediterraneo, metterà a dura prova l'abilità e l'istinto della caparbia investigatrice barese.

Spaghetti all’assassina

Genisi Gabriella

Ad alta voce, la poesia interpretata da Luigi Maria Nastasi Corsanico

Concorso internazionale di poesia Altino 2015