Letteratura femminile

Voci di famiglia

Giubilei Vincenza

Descrizione: “Voci di famiglia” è un titolo che allude alla storia narrata, dove parlano tre persone distintamente, quelle che in un'unica scena del romanzo formano una famiglia.Sofia si reca al cimitero a portare un fiore a sua madre, Ashley. Era una scrittrice, e prima di morire aveva chiesto che all'interno della cappella dove avrebbe dimorato la sua salma, ci fosse un ripiano dove collocare una copia di ogni suo libro. Chi avesse voluto prenderne uno da leggere, in cambio avrebbe dovuto lasciare un fiore. Sofia vede una rosa rossa. Vede che non c'è La musica del silenzio, l'unico che non ha letto. Torna a casa, prende il libro, si accomoda sul letto e inizia a leggere una storia che non conosceva. Nel libro che Sofia legge segue una pagina bianca; intuisce che la seconda parte non è stata scritta da sua madre. Quando Sofia torna al cimitero vede che il libro è stato riportato, ma ce n'è anche un altro mai visto prima. Si intitola “Il risveglio” ed è firmato solo con un nome: Luciano. Sofia si guarda intorno ma non vede nessuno. Torna a casa per leggerlo.Poi si reca al cimitero, e lo inserisce accanto ai libri scritti da sua madre. Sente un rumore alle sue spalle. Si volta, e lo vede.

Categoria: Letteratura femminile

Editore: Abel Books

Collana:

Anno: 2017

ISBN: 9788867521548

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Voci di famiglia è una storia nella quale Vincenza Giubilei abbina sentimento, passione, affetti familiari a un registro e a un’ambientazione soffusamente mistery.

La ricomposizione familare tra genitori e figlia  – che una scelta corraggiosa e drammatica ha separato – avviene nella ricostruzione che Sofia opera muovendosi tra le pagine che Luciano e Ashley hanno scritto, e l’autrice tesse una ragnatela lieve che si aggrappa ai ricordi di un amore fatto di sguardi, impressioni, scommesse psicologiche, interrogativi. Su questo amore giovanile indugia il romanzo, che in gran parte della struttura ripercorre le emozioni dei due protagonisti nelle aule di una facoltà universitaria di filosofia.

Poi, nella parte finale, la vicenda accelera, i punti di vista s’ infittiscono, gli eventi assumono un corso che ha il proprio punto di accumulazione nel desiderio della figlia di conoscere il padre e di ricostituire quell’unità superiore che la vita ha negato.

Purezza di sentimenti, analisi psicologica e atmosfera ipnotica caratterizzano l’ebook del quale oggi proponiamo la  la pagina di Feltrinelli.it

La redazione

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Vincenza

Giubilei

Libri dallo stesso autore

Intervista a Giubilei Vincenza

L’estetica dell’oltre

Zanarella Michela

A vent'anni, Elisa ha tutto: benessere, una famiglia che la ama e la coccola (anche troppo!), un amore, interessi che le riempiono la giornata e appagano la sua sensibilità. Solo una cosa le manca, ma lei non lo sa... fino a un freddo pomeriggio invernale in cui, non sapendo come trascorrere il tempo, apre un baule pieno di vecchie fotografie. Comincia così per lei un viaggio che la porta lontano, alla ricerca del tassello capace di ricomporre il disegno della sua vita.

Alla ricerca di un cuore

Melissano Manuela

Nadia Motta ha ventiquattro anni, nessun sogno e un'unica ambizione: il denaro. La sua vita da studentessa è solo una farsa, e i lavori occasionali piú disparati le permettono di tirare avanti. Perché preoccuparsi? Il futuro prima o poi le «verrà incontro da solo». E per quanto riguarda gli uomini? Faccende di poco conto. Se sua madre Stefi si definisce una «femminista storica» e crede di poterne fare a meno, lei è una «postfemminista»: inutile prenderli troppo sul serio, meglio puntare su un fidanzato con un bel lato «b» (babbeo), come Eros, che pensa di essere un grand'uomo ma gliela dà sempre vinta. Solo una cosa conta davvero, su questo Nadia non ha dubbi: i soldi, quella corrente che nasce chissà dove e spinge le nostre vicende in una direzione o nell'altra. E i soldi arrivano: Nadia vince ventuno milioni a una super lotteria, ritrovandosi da un giorno all'altro a dover maneggiare una cifra a sei zeri che solleverà le sue certezze come palloncini, fino a farle scoppiare in un mondo di traffici e avvocati, conti all'estero, misteri della finanza e amici dal lato «i» (quello intelligente) e dal lato «s» (quello stronzo) fin troppo sviluppati. Sola, e abbandonata a se stessa, Nadia sogna una città metafisica dove tutto è in svendita, piena di manichini sorridenti, castelli in aria e ruote panoramiche, e dove il Signore dei Saldi e dei Soldi sta in agguato appeso a un'enorme ragnatela... Comprare il sole è una commedia sul denaro crudele e attualissima, un balletto vertiginoso sul nostro mondo fatto di apparenze, su una «società di poveri ricchi» che ha perso il senso delle cose.

COMPRARE IL SOLE

Vassalli Sebastiano

Le ombre azzurre

Mucciolo Patrizia