Narrativa

Will ti presento Will

Green John, Levithan David

Descrizione: Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull'amicizia, l'amore e su loro stessi.

Categoria: Narrativa

Editore: Piemme

Collana: Freeway

Anno: 2014

ISBN: 9788856641660

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Will ti presento Will” di John Green & David Levithan), ambientato nel Midwest sulle sponde del lago Michigan, appartiene al cosiddetto young adult, ossia il genere che tratta temi relativi agli adolescenti dal loro punto di vista.

In particolare, i capitoli alternano due punti di vista: quello di Will dell’Illinois e quello di Will dell’Ohio.
Il primo ha un generoso, grande (e grosso) amico gay, Tiny, ma si accinge a vivere con originalità (scherzando sulla “faccenda del gatto di Schrödinger”) un’esperienza sentimentale con Jane.
Il secondo redige i suoi capitoli senza maiuscole, assume antidepressivi, ha un’amica che lo assedia, Maura, ma coltiva l’intenso rapporto virtuale con Isaac (“è un gioco tra noi. la maggior parte del tempo non facciamo sul serio… altre volte invece scegliamo l’approccio da romanzetto rosa”), del quale è innamorato. Quando decide di recarsi a Chicago per conoscerlo… è allora (“Io ero lì per usare la mia patente falsa e lui è entrato per incontrare il suo falso fidanzato”) che incontra il suo omonimo Will Grayson (“di base sono entrato in un sexy shop a cercare isaac e ne sono uscito con un altro will grayson”).
I due mondi adolescenziali che ruotano intorno ai due Will (“Sì, abbiamo lo stesso nome, ma non siamo mica gemelli telepatici”) entrano così in contatto e ne scaturisce un’osmosi basata sulle preferenze sessuali del secondo Will e di Tiny, nonché sul musical che quest’ultimo sta mettendo in scena…

La “diversità” è rappresentata con disinvoltura, i colloqui sono traslati nella narrazione diaristica, alcune trovate sono piacevoli e divertenti e calzano le forme di adolescenti alla ricerca di identità, relazioni sociali veraci e felicità.
Lo stile del romanzo è ovviamente contaminato dallo slang giovanile e abbonda di espressioni grevi; la trama è lieve ed effervescente, disseminata di principi (“Due semplicissime regole: 1. Fregatene. 2. Stai zitto. Tutte le cose più brutte che mi siano mai successe sono nate dall’avere infranto una di queste regole”), propositi (“non ingannare mai le persone perché, quando inizi e scopri quanto è facile, è difficilissimo fermarsi”) e pseudo-verità (“e poi ci sono sere come questa, in cui viene fuori la verità, perché è quello di cui abbiamo più bisogno…”).

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Levithan

John,

Green

Libri dallo stesso autore

Intervista a Green John, Levithan David


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Quando, puntando il telescopio contro il cielo, Galileo Galilei edificava le basi della teoria destinata a rivoluzionare il modo di concepire l’universo, l’astronomo sapeva che, per affermare la sua dignità di uomo di scienza, avrebbe dovuto fronteggiare i pregiudizi di una vetusta tradizione e i minacciosi strali della Chiesa, ancora convinta di poter dominare la sete di sapere con le torture e i roghi accesi dalla Santa Inquisizione. Gli strali della Curia romana, insieme allo zelo oscurantista dei gesuiti, rivivono nel grande romanzo di Jacob Popper: ricostruzione quanto mai avvincente e accurata degli uomini che, nel clima arroventato del Diciassettesimo secolo, opposero la loro stessa vita alla feroce politica dei tribunali della fede, acerrimi nemici di ogni cambiamento. In un affresco costruito con rara sapienza, tra le pagine di “Ereticus” sfilano, insieme a Galileo Galilei, Marina, la concubina dell’astronomo, Simon Marius, l’alchimista e fra’ Paolo Sarpi, il monaco scettico. Mentre le figure di Filippo Salviati, scienziato progressista, e Giovan Francesco Sagredo, nobile veneziano di idee illuminate, danno un corpo e un’anima alle voci contenute nel “Dialogo su i massimi sistemi”, il libro di Galileo messo all’indice nel 1633, la furia del papato irrompe sulla nuova scienza. E se gli irrequieti studenti di Padova sono pronti persino a sguainare la spada per difendere la concezione copernicana della Terra, Galileo resta solo con la sua ultima profezia, alla ricerca di una verità nemica di ogni dogma, eternamente straniera ad ogni scuola di pensiero e a qualunque confessione religiosa.

Ereticus

Popper Jacob

Terzo incontro del Circolo de i-LIBRI: Il vangelo secondo Gesù Cristo di Josè Saramago

A Parigi, in una scuola internazionale per i rampolli di famiglie facoltose, si incrociano e si compiono i destini di William Silver, professore di letteratura, Gilad Fisher, alunno di un suo seminario, e Marie de Cléry, un'altra giovane studentessa. E il lettore assiste a questo affascinante processo guardando attraverso il caleidoscopio delle loro tre visioni gli eventi che lo determinano. Le lezioni del prof, adorato dagli studenti e profondamente innamorato del proprio mestiere nonché di se stesso nell'atto di svolgerlo. La difficile vita del giovane Gilad, alle prese con una famiglia disfunzionale e con l'assoluta difficoltà a integrarsi nei contesti sempre diversi dove la carriera diplomatica del padre lo porta di volta in volta a trasferirsi. Il rapporto di Marie con se stessa, col proprio e l'altrui sesso e con la mescolanza di invidia, odio e insofferenza che la lega alla sua "migliore amica" Ariel. L'amore tanto totalitario quanto impossibile che Gilad finirà col provare per Will, quello più titubante ma vissuto anche nella sua componente fisica che legherà la diciassettenne Marie al professore, il modo in cui quest'ultimo finisce per svilire l'eroe coraggioso e anticonformista che interpreta nelle aule di scuola sono tutte bombe silenziose. Esplodono senza fragore pagina dopo pagina sbriciolando le illusioni, le ipocrisie, i sogni e gli incubi dei personaggi e restituendo al lettore il vivido squarcio della vita di un ragazzo, di un uomo e di una giovane nell'atto di farsi donna.

NON TI MERITI NULLA

Maksik Alexander

Lino Mastromarino dialoga con Lilly