oppure Registrati
Novità editoriali

L’ora di lezione

a cura di Redazione i-LIBRI

L’ora di lezione di Massimo Recalcati – Periferia di Milano, anni Settanta. Gli anni del terrorismo e della droga, dei sogni di Oriente e di liberazione. Una mattina, nella classe di un Istituto Agrario, fa la sua apparizione Giulia, una giovane professoressa di lettere che parla di letteratura e di poesia con una passione sconosciuta. È quell’incontro a «salvare» Massimo Recalcati che, in questo libro dedicato alla pratica dell’insegnamento, riflette su cosa significa essere insegnanti in una società senza padri e senza maestri, svelandoci come un bravo insegnante sia colui che sa fare esistere nuovi mondi, che sa fare del sapere un oggetto del desiderio in grado di mettere in moto la vita e di allargarne l’orizzonte. È il piccolo miracolo che può avvenire nell’ora di lezione: l’oggetto del sapere si trasforma in un oggetto erotico, il libro in un corpo. Un elogio dell’insegnamento che non può accontentarsi di essere ridotto a trasmettere informazioni e competenze. Un elogio della stortura della vite che non deve essere raddrizzata ma coltivata con cura e riconquistata nella sua singolare bellezza.

Cosa significa essere insegnanti in una società senza padri né maestri. Come trasformare il sapere in un oggetto del desiderio. Massimo Recalcati disegna “l’ora di lezione” che ti può cambiare la vita e racconta come a lui, bocciato due volte, a 16 anni una professoressa la vita l’ha cambiata davvero.

I libri? Corpi erotici. E gli studenti non sono ‘zucche vuote’ da riempire…

Ne L’ora di lezione – edito da Einaudi nel 2014 e riportato in edicola con Repubblica dal 16 settembre per due mesi – lo psicoanalista disegna uno spazio ideale di condivisione e presenza in cui il docente abbia una voce tutta sua e ami “la vite storta”, vada oltre il “sapere nozionistico morto”, apra “nuovi mondi”. Un metodo che nasce con Socrate e arriva a Lacan.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati