oppure Registrati
Novità

In uscita 9 giorni di Gilly Macmillan

a cura di Alessandra Allegretti

Dall’8 ottobre 2015 è disponibile in libreria l’edizione italiana di Burnt Paper Sky, il primo romanzo di Gilly Macmillan, edito da NewtonCompton con l’incisivo titolo “9 giorni”. Perché questo è il tempo del racconto: una sequenza incalzante di giorni in cui si ricerca Ben, un bambino scomparso.

Primo giorno… durante una passeggiata nel parco Ben sparisce, lasciando tracce inquietanti e il suo cane malridotto. Chi l’ha rapito? Sarà ancora vivo? Iniziano subito le indagini personali della mamma, Rachel, che non si perdona l’attimo di distrazione in cui ha perso di vista suo figlio e che viene accusata con ferocia dall’opinione pubblica di essere la responsabile del rapimento o dell’ipotetico omicidio. Già dalle prime ore anche la polizia e i detective Fraser e Jim si danno da fare e seguono tutte le piste, escludendo via via quelle più improbabili.

Secondo, terzo, quarto giorno… il tempo passa e di Ben non c’è traccia: le speranze così si affievoliscono e i protagonisti si immergono in una angoscia sempre più profonda che li scuote e li spinge a non mollare. Jim instaura un rapporto personale con il bambino scomparso, una sorta di responsabilità che non lo lascia mai e che mette a repentaglio la sua vita professionale e sentimentale, fino a scavare nel profondo della sua personalità. Rachel è attaccata da tutti, è letteralmente investita del sospetto che aleggia in modo plausibile ovunque: perché questa donna è stata in passato vittima di traumi ed è soggetta a scatti d’ira inconsulti, ha rimpianti e rimorsi per il marito che l’ha lasciata per un’altra donna. Avrebbe avuto perciò mille giustificazioni per un gesto di ripicca e violenza nei confronti del figlio. Perché così l’avrebbe fatta pagare a tutti, perché forse non si è controllata e ora nasconde la verità.

Quinto, sesto, settimo giorno… i sospettati aumentano e le piste da cercare sono sempre più precise. L’accanimento della gente su Rachel aumenta e fa da collettore alle emozioni generali, convoglia l’indignazione per i soprusi e la violenza che tutti in qualche modo si trovano a subire nella propria realtà.

Ottavo, nono giorno… il lettore viene immerso in una palude emotiva e psicologica da cui emerge saldo e forte dopo il finale a sorpresa, non tanto per la modalità con cui viene risolto l’intreccio, quanto per le conseguenze che ha su chi è coinvolto narrativamente nei fatti e da chi, ammirato e silenzioso, ha seguito passo passo l’evoluzione degli eventi.

“9 giorni” è un thriller efficace, che tiene incollati alle pagine, un ottimo materiale per un ipotetico film, ma già nell’immaginazione riesce a catturare l’attenzione: ci si schiera con i personaggi, si fanno ipotesi e si rimane comunque sorpresi. Da leggere.

 

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin