oppure Registrati
Novità

J.A.S.T. BLOG TOUR – QUATTORDICESIMA TAPPA – Serial TV su carta: la narrativa si rinnova

a cura di Diego Manzetti

Il J.A.S.T. Blog Tour organizzato da Marsilio Editori giunge alla quattordicesima ed ultima tappa e noi di i-LIBRI siamo entusiasti di aver partecipato ad un’iniziativa che non ha precedenti in Italia. L’idea di un tour virtuale di presentazione del libro è molto stimolante e certamente adatta ad un’opera che può considerarsi altrettanto innovativa: quella di un serial TV in versione cartacea.

Pur mantenendo sempre vivo l’interesse per la letteratura classica, i-LIBRI sa avvicinarsi alle nuove sfide che presenta il mondo letterario. Per questo motivo, abbiamo chiesto ad uno degli autori, Daniele Rudoni, di parlarci di J.A.S.T. e delle nuove frontiere della narrativa.

JAST

 



Serial TV su carta: la narrativa si rinnova

di Daniele Rudoni

 

All’incirca tre anni fa, quando ci trovammo per tracciare le linee guida di J.A.S.T., il serial TV andava alla grande. La diffusione e la varietà di proposte condizionò talmente il nostro immaginario di narratori che non potemmo fare a meno di pensare: il serial TV è il futuro dell’intrattenimento.

 

A tutt’oggi la situazione non è cambiata: il pubblico preferisce le storie lunghe alle brevi due ore di trama filmica; desidera ritrovarsi seduto sul divano ogni settimana con i suoi personaggi preferiti, vuole continuità e un racconto che lasci ogni volta quel senso di insoddisfazione e curiosità che lo conduce goloso alla puntata successiva.
L’entertainment televisivo è oltre. I migliori talenti internazionali scrivono serial TV. Questo per un semplice motivo: ci vuole un grosso paio di attributi per gestire in modo uniforme e sempre intrigante trame complesse, ricche di colpi di scena, in cui veri e propri meccanismi narrativi codificati alla perfezione catturano il pubblico per non lasciarlo più.
Un po’ per la convinzione di averceli, questi attributi, un po’ perché volevamo dimostrare ai lettori che leggere una bella storia dà molta più soddisfazione che leggere una storia di merda scritta bene!, abbiamo deciso di puntare sul futuro.

 

 

Con J.A.S.T. la sfida è aperta. La letteratura ha una nuova cifra, mutuata dalla scatola catodica. Si deve usare un linguaggio televisivo per descriverne gli aspetti.
Si può parlare di montaggio alternato, montaggio analogico, movimenti di camera, set up – pay off, McGuffin, conto alla rovescia, turning point, hook di fine episodio… Siamo curiosi e vogliamo che la nostra opera sia analizzata in questo modo, più che mediante una critica puramente letteraria che, in tutta onestà, ci starebbe stretta.
Fin dal packaging, dall’aspetto esteriore, che con grande soddisfazione abbiamo potuto curare personalmente, la nostra opera ricalca stilemi ben diversi da quelli classici: dimensioni di un cofanetto DVD, grafica accattivante, colori al fulmicotone, 3 libri in un’unica confezione, che raccontano la stessa storia in episodi di cinquanta minuti l’uno…
Stiamo forzando il lettore e la critica ad usare nuovi termini di paragone, nuove categorie per giudicare il nostro romanzo. Categorie che appartengono alla più innovativa concezione di narrativa. Che nessuno si avvicini a J.A.S.T. pensando di leggere il solito romanzo d’azione! Ne rimarrebbe deluso.

 

Il serial TV si trasferisce e diviene qualcos’altro, per cui ancora manca un nome definitivo. Ma in fondo questo è solo l’inizio.

In fondo, questa è solo la prima stagione.

Tappa precedente: Liberi di scrivere

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin