oppure Registrati
Novità

LETTORI ITALIANI: QUALCHE CIFRA

a cura di Marika Piscitelli

Spesso sentiamo dire che l’Italia è un paese di “lettori deboli”… Ma sarà vero? E cos’è che influenza i comportamenti di lettura?


Abbiamo pensato di indicarvi qualche cifra presa in prestito dall’ISTAT, così da rendere più chiaro il panorama dei lettori italiani e magari provare a soddisfare qualche piccola curiosità.




Il primo dato nasce da un confronto con l’anno 2009 ed è piuttosto incoraggiante: nel 2010, infatti, si è registrato un aumento della quota dei lettori di libri dal 45,1% al 46,8%. Le donne leggono più degli uomini (53,1% sono le lettrici, a fronte del 40,1% dei lettori) e al Nord e al Centro si legge più che al Sud e nelle Isole, sia pure con una significativa variabilità regionale.


Avere tanti testi in casa e vivere con genitori che amano leggere naturalmente rappresenta un fattore di forte influenza nei confronti dei bambini e del loro approccio alla lettura. Poche comunque sono ormai le famiglie che dichiarano di non possedere libri (il 9,6%).


Un ultimo dato. Soltanto il 15,1% della popolazione ha letto nell’ultimo anno 12 o più libri!


Per maggiori informazioni, visitate il sito dell’ISTAT


{jcomments on}

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin