oppure Registrati
Presentazioni

Bruma 2018: Maurizio de Giovanni

a cura di Laura Monteleone

Bruma 2018: Maurizio de Giovanni

Maurizio De Giovanni, il terzo giallista italiano a Bruma 2018

Uno tsunami emotivo, il pubblico che si solleva tutto insieme per accorrere dall’autore. Mi barcameno con la mia copia tra le mani, sospinta dalle correnti energetiche delle persone in coda e da quelle che emana lo scrittore. Un uomo solido, che regge l’urto con disinvoltura navigata e compiaciuta. Mi sorprendo sospesa nell’occhio immobile del ciclone, tra un sorriso condiviso, un autografo affettuoso e la promessa di un’intervista radiofonica.

Maurizio De Giovanni ci ha generosamente intrattenuto, calandoci nei retroscena del suo mondo creativo, tessendo le sue trame di luci e ombre. Uomo ragno elegante e incantatore, osservatore acuto e inventore di esistenze. Umane storie che germogliano nel ventre di una città perfetta, come solo Napoli è capace di essere. Il cuore partenopeo di De Giovanni, che si esprime esilarante attraverso l’appassionato coinvolgimento calcistico, si percepisce battere in ogni espressione che gli appartiene e con cui mantiene alta l’attenzione del pubblico. Fortemente suo, questa sera, supportato anche dal Fan Club che lo segue da compagno fedele. Impazienti lettori, avidi di conoscere sviluppi e conseguenze delle vite di personaggi ormai familiari, usciti dalle pagine di corposi romanzi e spesso ritrovati nelle inquadrature di serial televisivi, come nei Bastardi di Pizzofalcone.

E’ una trama ben congegnata anche questa serata, fatta di spessi monologhi dalla spontaneità consumata, che lasceranno un segno nella memoria e nei sentimenti degli ascoltatori.
De Giovanni offre un’ampia narrazione di sé, svelando aneddoti sulla genesi del suo mestiere di scrittore, ricostruendo gli indizi dei rapporti che si trova a intrattenere con i personaggi dei suoi libri e i pittoreschi dialoghi intrattenuti con il pubblico che lo segue incalzandolo nelle tempistiche del suo processo creativo.
I romanzi di De Giovanni sono pesci, gonfi di parole consistenti come corpi, instancabili nuotatori nel mare nostrum tinto del giallo/noir letterario contemporaneo.
Alcune di queste creature hanno vissuto già troppo, secondo l’autore, che ventila l’ipotesi di immaginare una conclusione, sebbene non immediata, per le vicende del commissario Ricciardi.

Un respiro nuovo, invece, si spalanca sulle possibilità offerte da un profilo che si è appena affacciato sulla scena narrativa di questo scrittore. Un personaggio defilato, dimesso, quasi trasandato, che nutre il suo ruolo principe nell’abilità di rendersi invisibile. Talento addestrato e messo al servizio di scopi nobili, con una finezza tutta femminile. Sì perché il nuovo protagonista delle storie di De Giovanni è sorprendentemente una donna. Per di più una sorta di anomalia nel manuale teorico per signore. Un personaggio coraggioso, che non scende a compromessi con i sentimenti personali più radicali, e che dovrà fare i conti con le conseguenze di questa scelta.

Appuntamenti del Salone del libro di Torino 2018 con Maurizio De Giovanni:

Incontro con Massimo Carlotto, Luca D’Andrea e Maurizio de Giovanni
Altre voci, altre stanze
Narrativa Italiana
venerdì 11 maggio,
ore 16:30
Sala Rossa
Incontro con Maurizio de Giovanni, autore di Sara al tramonto
Altre voci, altre stanze
Giallo, noir e thriller
sabato 12 maggio,
ore 13:30
Sala Gialla
Festa mobile
Narrativa straniera
domenica 13 maggio,
ore 13:00
Sala Filadelfia

La pagina web dedicata a Maurizio De Giovanni

Intervista in esclusiva a Maurizio De Giovanni a cura di Donatella Perullo

Nuova intervista a Maurizio De Giovanni a cura di Donatella Perullo

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin