oppure Registrati
Scrittori

Paolo Cognetti alla Hoepli di Milano

a cura di Bruno Elpis

Paolo Cognetti alla Hoepli di Milano

Milano, 12 dicembre 2017.
Alle ore 13.30 è previsto il firmacopie dei libri di Paolo Cognetti, fresco vincitore del Premio Strega con l’acrofobico e acrofiliaco romanzo intitolato Le otto montagne (cliccate sui titoli delle opere per leggere i nostri commenti). Svariate copie del romanzo iridato fanno bella mostra – insieme ad altri libri di Cognetti – nella vetrina della Hoepli di Milano, nell’occasione addobbata anche per le imminenti feste natalizie.

Per partecipare all’evento mi oriento sui componimenti dell’autore che non ho ancora letto e quindi scelgo Manuale per ragazze di successo, una raccolta di racconti edita da Minimum Fax: m’incuriosisce, forse, immaginare cosa consiglierà questo autore – anche oggi in tenuta timberland – alle complicate ragazze dei nostri giorni, per aiutarle ad affrontare il successo (e, su questo tema, non mancheremo di aggiornarvi presto da queste stesse pagine – Ndr: cliccate sul titolo dell’opera per leggere il commento).

Mi metto in coda e la fila procede a scatti, scandita dal ritmo degli incontri tra lo scrittore e i suoi lettori, così scivolo pian piano verso il protagonista dell’evento, che sorride con dolcezza timida, appone dediche, si concede alla foto con il singolo di turno in un rito previsto dal protocollo di queste “presentazioni” e officiato con tenero, accomodante senso del sacrificio.

Quando arriva il mio turno, allungo a Paolo la copia del suo intrigante Manuale per ragazze di successo e mi affretto a precisare:
«Domani a www.i-libri.com commentiamo Il ragazzo selvatico. Vorresti dedicare il libro ai nostri lettori?»

Paolo scrive, poi leggiamo insieme il risultato del suo estro momentaneo:
“12.12.17
Per i lettori di i-libri.com
viva le belle storie!”

Colgo i pochi minuti che mi sono riservati dall’ingranaggio del firmacopie per chiedergli:
«La prossima sarà un’altra storia di montagna?»
«», risponde Lui e poi corregge lievemente il tiro, attenuandone la traiettoria: «Probabilmente sì…»
Possiamo azzardare un sicuramente in luogo del probabilmente? Intanto ho ancora un guizzo per prolungare l’incontro:

« E Sofia veste sempre di nero?»
«Quella se n’è andata già da un pezzo!»  Lo sospettavo che questo romanzo rischia di essere travolto dal nuovo corso della eco-scrittura del Nostro.

Per esigenza di copione non gli risparmio la foto con me (!) e intanto ringrazio la giovane Cognetti-fan che ce l’ha scattata (la vedete nella foto qui sotto).

«Mi raccomando, se ti capita leggili i nostri commenti!», è il mio addio.
« Certo, vengo a cercarli…», è il suo arrivederci.
Consegno Paolo al lettore successivo, ma ho il sospetto che la sua sia una promessa da boscaiolo.

Bruno Elpis

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Libri dallo stesso autore

Intervista a Cognetti Paolo

Text selection is disabled by content protection wordpress plugin