oppure Registrati
Scrivi un racconto

Il mondo delle sirene

a cura di Redazione i-LIBRI

Pubblichiamo una favola scritta da Chiara, 10 anni. S’intitola Il mondo delle sirene e contiene un suggerimento prezioso per realizzare un desiderio…

La redazione

_____________________________________________

Il mondo delle sirene

C’era una volta una bambina di nome Rosa che amava le storie delle sirene, la sua storia preferita s’intitolava il mondo delle sirene e la parte che  le piaceva di  più era quando  la principessa  andava nel mondo  delle  sirene e scopriva di avere la coda.
La mamma le diceva che era impossibile che anche lei potesse avere la coda, però la bambina non dava retta alla mamma perché sapeva che in un luogo preciso le sirene esistevano.
Un giorno la bambina, a mezzanotte in punto, preparò lo zaino: due pacchetti di cracker, un succo di frutta, una penna e un block-notes per scrivere l’avventura che avrebbe vissuto.
La bambina si incamminò e andò in un posto meraviglioso pieno di alberi e fiori. Lì trovò una porticina sulla quale c’era una scritta: “Tu entrerai e la magia troverai”.
La bambina entrò nel passaggio segreto.
Poi gridò di felicita:
“Siamo arrivati, siamo arrivati, siamo arrivati!”
La bambina prese penna e block-notes e iniziò a scrivere.
Alla fine del passaggio segreto trovò un’altra porticina sulla quale c’era scritto:
“La coda troverai  e la magia avrai.”
La bambina lesse di nuovo ed entrò: a quel punto trovò un laghetto in cui vide una ragazza con la coda.
Urlò di nuovo:
“Siamo arrivati , siamo arrivati!”
La  prima  cosa  che  fece  fu chiedere alla  sirena come si potesse procurare una bella coda come la sua.
La  sirena rispose con una voce bellissima:
“Benvenuta nel mondo delle  sirene. Qui potrai esaudire i tuoi  desideri.”
La bambina insistette:
“Per favore, rispondi alla  mia  domanda!”
La sirena rispose che l’unico posto in  cui si poteva ottenere  una coda  bella  come  la  sua  era il lago delle code.
Per raggiungere il lago, si doveva attraversare il fiume arcobaleno e poi  la foresta incantata. Lì si trovava – ma occorreva guardare bene! – un’altra porticina con la scritta:
“ La coda vorrai e qui entrerai.”
Finalmente, alla sua destra, sarebbe apparso il lago delle code.
La  sirena  le  donò  un  braccialetto  magico, la bambina s’incamminò  e dopo un po’ vide il primo  punto  di  riferimento: il  fiume  arcobaleno.
Si fermò, mangiò un pacchetto di cracker e cercò di accendere il braccialetto magico: ci riuscì!
Quindi vide una sirena, però diversa dalla precedente ; era tutta rossa e aveva una candela accesa in testa.
Era una sirena-diavolo e  le disse di camminare sempre dritta e poi, avvistato un ulivo bianco, girare a destra.
La bambina s’incamminò e dopo circa  cinque minuti arrivò alla meta: la  foresta incantata.
Fece la stessa cosa di prima. Il braccialetto però non ebbe nessuno effetto. Rosa provò a schiacciare il tasto, ma il braccialetto esplose; la bambina si disperò: non sapeva come tornare indietro e soprattutto non sapeva come trovare la porticina indicata dal “diavolo”.
Rosa  ascoltò il suo cuore perché chi riesce a risolvere  problemi e guai senza ascoltare il proprio cuore ?
Questo consiglio glielo ripeteva sempre la mamma e infatti trovò la porta ed entrò.
C’era un unicorno che aveva un tatuaggio che rappresentava una coda.
L’unicorno mosse la coda ed ecco la magia.
Rosa da quel giorno ebbe la coda e una collanina: bastava schiacciarla e la coda compariva!

LEGGI COMMENTI ( 1 commento )

nadia

Una nota ,se pur semplice ed ingenua,di speranza e fiducia nella natura umana,espressa con il candore tipico dell'infanzia.

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin